user
03 settembre 2017

Serie B, 2^ giornata: Empoli-Bari 3-2, doppietta micidiale di Caputo

print-icon

Al Castellani la coppia d'attacco Caputo-Donnarumma è straordinaria: doppietta per il primo e due assist e un gol per l'ex giocatore della Salernitana. Inutile le reti di Tello a fine primo tempo e di D'Elia nella ripresa. Finisce 3-2 per i padroni di casa, tra spettacolo e una gran voglia di promozione

IL TABELLINO

LA CLASSIFICA DI SERIE B

Già si lotta, obiettivo Serie A. Perché Empoli e Bari sono subito una davanti all’altra. Al Castellani le motivazioni sono immense, il tutto in una sfida di grande stimolo per gli sviluppi futuri del campionato. E allora il campo diventa subito il grande protagonista, dal 3-4-1-2 di Vivarini all’entusiasmo di Grosso. Tra assenze e molte novità, gente di talento: come il giovane Bennacer, arrivato in Toscana quest’estate dall’Arsenal. Fino a Caputo, autore in meno di un quarto d'ora di una doppietta meravigliosa: la quattordicesima della sua carriera. Sì, proprio contro la sua ex. Con l'attacco dell'Empoli pieno di grinta e desiderio di stupire. Ottima anche la prestazione di Donnarumma, in piena sintonia col suo compagno di attacco. E così, dal parziale di 2-1 del primo tempo, con Tello bravo ad accorciare le distanze prima dell'intervallo, la ripresa viene segnata da altrettante emozioni e spettacolo. Dagli assist al gol, quello di Donnarumma: protagonista di una prestazione gigante. Ma il Bari, al 67', accorcia ancora le distanze con un bel tiro di D'Elia. Una marcatura comunque inutile ai fini del risultato. Perché la partita termina 3-2 con tutto l'Empoli dietro la linea del pallone. In un match godibile e ricco di emozioni. Insomma, sarà una lunga maratona questa Serie B. Fino a qui, però, la grande novità è data dalla spaccatura netta rispetto alla scorsa stagione. Certo, è ancora presto, ma le squadre stanno regalando più gol e spettaccolo. Meno equilibrio, tanto divertimento.

 

Il primo tempo

La trama è subito chiara, e colorata di azzurro. Con i ragazzi di Vivarini partiti alti e aggressivi. Belli in partita. Soprattutto lui, Caputo, autore di una doppietta micidiale nel primo quarto d'ora. Ah, che intesa con Donnarumma, bravissimo a servire il pallone per l'uno a zero. Un assist concretizzato in gol dall'attaccante di Altamura, che segna ancora alla sua ex: taglio da grande centravanti e palla in gol. Poi il raddoppio, dopo due minuti: il 9 azzurro controlla un altro pallone di Donnarumma e supera di nuovo Micai. Scatenato. Col passare dei minuti, però, il Bari alza il proprio baricentro e palleggia con più sicurezza. La squadra di Grosso gestisce il pallone e prova a rimettere in piedi il match, esponendosi però al contropiede dei toscani. Subendo anche i centimetri di Simic, che al 24' svetta più in alto di tutti su azione d'angolo ma il suo colpo di testa non trova la porta. E così, dalla partenza a razzo dell'Empoli, si passa ad un momento della partita di transizione. Ma proprio nei minuti  in cui stava succedendo poco, Tello accende la sua lampadina. Al 41', il centrocampista di proprietà della Juventus aggira la difesa dell'Empoli con una gran sterzata: Nené pesca con uno splendido assist il numero 21 del Bari che dribbla Luperto e supera Micai con un sinistro preciso. 2-1, il Bari torna in gara con il gol di un altro ex. Così il primo tempo termina senza recupero. Il tutto in una partita avvincente e ricca di fiammate. Apertissima.

La ripresa

Da Floro Flores a Cisse, Grosso in panchina ha diverse soluzioni per raddrizzare la partita. Intanto il secondo tempo comincia con gli stessi 22 in campo. Con i padroni di casa subito concentrati nel mantenere il possesso del pallone. Dall'altra parte un Bari motivato nel cercare il gol del pareggio. Ma contro una coppia d'attacco così ispirata è tutto più difficile. E così al 9' Caputo e Donnarumma si invertono i ruoli e il risultato finale non cambia: l'autore della doppietta si trasforma in uomo assist per Donnarumma che supera in velocità Capradossi per poi segnare a tu per tu con Micai. Spettacolo puro al Castellani. Grande intesa. Perché quando toccano palla quei due, qualcosa succede sempre.

Quante emozioni

Perché il Bari è vivo, in corsa. Dimenticandosi per un attimo delle assenze e cercando di arginare al massimo gli scatenati Capuano-Donnarumma.  Senza paura, mettendo spesso in fuorigioco l’attacco azzurro. E accorciando di nuovo le distanze, questa volta con D’Elia al 22’ della ripresa. Gran gol quello del difensore, che raccoglie un pallone appena fuori dall'area e lascia partire un sinistro che si infila sotto l'incrocio dei pali. A quel punto Grosso prova a tentare il tutto per tutto. L'ex campione del Mondo inserisce Iocolano e Floro Flores al posto di Salzano e Tonucci. I pugliesi si sbilanciano, Marrone arretra sulla linea dei difensori. Intanto la partita si frammente, tra falli e varie interruzioni. E con Floro Flores che si mette più volte in proprio nel tentativo del pareggio. Ma l'Empoli non si addormenta e riparte in contropiede. Al 40' Zajc inventa un assist per Caputo che, tutto solo davanti a Micai, conclude male. Avanti e indietro, non ci si ferma mai. I padroni di casa allora difendono con una difesa a cinque e si compattano nei 4 minuti di recupero. E così al Castellani termina 3-2, in una vittoria di assoluto prestigio e valore.

Un gol per papà

Due assist, un gol e una dedica: "Ho esultato per mio padre, che in settimana non è stato bene", parola di Donnarumma. Oggi decisivo assieme al compagno di banco Caputo: "Sì, con lui mi trovo bene. Questa è stata una partita sofferta, contro una diretta concorrente", queste le parole dell'attaccante dell'Empoli a fine partita ai microfoni di Sky Sport.

Le parole di Grosso

Il Campione del Mondo continua il suo percorso, dalla vittoria all’esordio contro il Cesena a questa sconfitta in una difficile trasferta. Con qualche assenza e contro un coppia di attacco super: "Loro sono forti, lo hanno dimostrato. Ma ci sono tante cose positive: abbiamo messo in campo tutte le nostre forze, la partita è sempre stata viva. Peccato per qualche ingenuità nel primo tempo". E lo spostamento di Marrone al centro della difesa? "Abbiamo ragazzi con tante qualità. Sono contento della prova di tutti. Forse serviva un pizzico in più di ragazzi. Faccio comunque i complimenti ai miei ragazzi. I loro attaccanti hanno molto qualità, sono complementari. Nella fase iniziale non siamo riusciti a fare quello che avevamo in testa, il match si è incanalato in un binario a loro favorevole", queste le parole di Grosso a fine gara ai microfoni di Sky Sport.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi