Foggia, Stroppa: "Possiamo essere protagonisti anche in B"

Serie B

Il Foggia va a caccia della prima vittoria stagionale in Serie B. L’impegno non è per niente scontato: trasferta al Partenio di Avellino. Nella conferenza stampa di vigilia, Stroppa ha analizzato pregi e difetti della sua squadra, con la consapevolezza di poter essere protagonisti anche in Serie B

Manca ancora la prima vittoria, ma “il Foggia sta crescendo, siamo consapevoli di poter essere protagonisti anche in Serie B”. Parola di Giovanni Stroppa, che alla vigilia della sfida contro l’Avellino valida per la terza giornata di Serie B, è intervenuto in conferenza stampa.

"Stiamo capendo la categoria"

“Vogliamo arrivare alla vittoria attraverso gioco e prestazione. Finora siamo stati un po’ sfortunati e non sempre bravi, ma abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo: le basi per fare bene ci sono”. Ma non mancano le cose su cui dover migliorare: “I tiri da fuori. E la condizione fisica: non possiamo sempre andare al massimo, ma imparare a gestire i momenti”. A partire dalla partita contro l’Avellino: “Una squadra che rispecchia il carattere del suo allenatore. Novellino ha soluzioni importanti, possono essere protagonisti”. Come il Foggia, secondo Stroppa: “Stiamo pian piano capendo la categoria, se la squadra continua a giocare così faremo bene come abbiamo fatto in Lega Pro”.

Identità e scelte di formazione

Prima ancora di parlare di formazione, Stroppa precisa che l’identità tattica del Foggia è chiara: “Il nostro calcio non cambia in base alla fisicità degli interpreti. Sì, forse il nostro centrocampo è un po’ leggero, ma non abbiamo mai cercato di aggiungere fisicità: è la condizione fisica che deve darci qualcosa in più. La difesa alta? Normale farlo quando si gioca nella metà campo avversaria”. Sulla formazione, Stroppa non si sbottona: “Non ho ancora deciso, ho tante soluzioni e metterò gli undici che riterrò migliori. In difesa, come in tutti gli altri ruoli, ci sono valutazioni in corso. Tutti possono conquistarsi una maglia da titolare. Mazzeo sta bene, lui e Camporese saranno convocati. Figliomeni invece è ancora fuori”.

I più letti