Carpi-Foggia, Calabro: "Ko giusto, ora rialziamoci"

Serie B

L’allenatore biancorosso non cerca alibi dopo la sconfitta contro il Foggia, la prima in campionato per la sua squadra: "Ko meritato, noi molto bene nel primo tempo, poi ci siamo fatti condizionare dai gol subiti. Adesso rialziamoci"

Una sconfitta netta, meritata. Antonio Calabro non cerca alibi per il suo Carpi, battuto al Cabassi per tre reti ad una dal Foggia di Giovanni Stroppa. "La sconfitta è meritata per quello che ha fatto vedere il Foggia, un avversario che conoscevo dall’anno scorso e del quale sapevo le potenzialità. Noi abbiamo fatto un gran primo tempo andando meritatamente in vantaggio, poi siamo stati condizionati dai due gol presi nel primo quarto d’ora della ripresa. Nel gol subito da calcio d’angolo non siamo stati abbastanza cattivi nello spazzare l’area. Speravamo di recuperare, ma siamo stati troppo leggeri e abbiamo commesso errori che solitamente non commettiamo. Quando siamo rimasti in dieci abbiamo lasciato troppo spazio alle loro ripartenze. Ora dobbiamo pensare alla prossima gara per cercare di rialzarci", l’analisi dell’allenatore biancorosso dopo il ko nel quinto turno di campionato che ha fatto perdere al Carpi l’imbattibilità e il primo posto in classifica, adesso occupato in solitaria dal Frosinone.

Finale al Cabassi: i biancorossi subiscono la rimonta nel secondo tempo. #CarFog 1-3

Un post condiviso da Carpi F.C. 1909 (@carpi_fc_official) in data:

Ligi: "Abbiamo faticato dopo il loro primo gol"

A commentare la sconfitta contro il Foggia, la prima in questo campionato di Serie B per il Carpi, arrivano le parole di Alessandro Ligi che analizza così la partita del Cabassi: "Abbiamo giocato un ottimo primo tempo, in cui ci siamo difesi molto bene senza rischiare mai nulla e abbiamo trovato il vantaggio. Dovevamo colpire con le nostre armi e l’abbiamo fatto con Jerry. Nel secondo tempo abbiamo perso la marcatura su quel corner e abbiamo subito la loro iniziativa dopo il pareggio, chiudendoci troppo. Poi rimasti in dieci abbiamo fatto più fatica, era normale concedere qualcosa in più ma non siamo riusciti a riaprirla. Domani capiremo meglio cosa non ha funzionato e inizieremo a pensare alla partita di sabato a Chiavari". Il calciatore del Carpi torna poi sull’episodio del gol del Foggia: "Sul corner sono stato spinto e sono caduto, poi la palla ha colpito la traversa e sul batti e ribatti hanno trovato il gol. Dovevamo essere più attenti e più cattivi. Loro sono comunque un’ottima squadra, con un ottimo palleggio. Non credo si sia trattato di un calo fisico nella ripresa, credo dovessimo essere più lucidi dopo il loro pareggio nel gestire alcuni palloni", ha concluso Ligi.

I più letti