Parma, D'Aversa: "C'è rammarico ma non rimprovero nulla ai miei"

Serie B

L'allenatore analizza la sconfitta con l'Empoli in conferenza stampa: "Urge dare una sterzata a questa situazione, a parte qualche palla inattiva sono soddisfatto. E' stata una partita intensa e giocata alla pari"

Roberto D’Aversa ha così commentato la sconfitta per 1-2 contro l’Empoli al Tardini in conferenza stampa. “C’è grande rammarico e sconforto perché non abbiamo raccolto il risultato, ma non posso rimproverare nulla ai ragazzi, avevo chiesto una prestazione intensa. Il punto di partenza è l’aver giocato alla pari con un squadra forte come l’Empoli. Abbiamo esaminato alcune ripartenze nelle quali loro sono molto bravi, la maggior parte sono avvenute su calci piazzati, ma ripeto: a parte qualche palla inattiva sotto l’aspetto del gioco la squadra si è espressa bene. Loro hanno fatto bene in avanti, noi dobbiamo migliorare su questo aspetto” ha spiegato l’allenatore. Contro l’Empoli il Parma ha schierato titolari due centrali di difesa diversi da quelli delle prime gare di campionato, Lucarelli e Sierralta. D’Aversa si è espresso così sulla scelta: “Ho ritenuto opportuno visto le partite ravvicinate avere freschezza mentale e fisica. I due centrali si sono comportati bene, Sierralta ha forza e Lucarelli personalità. Li vedo allenarsi tutti i giorni e vi posso garantire che mi mettono in difficoltà sempre nelle mie scelte”.

D’Aversa: “Bisogna dare una sterzata”

L’analisi dell’allenatore prosegue su rigore, cambi e prossimi impegni. “I rigoristi designati erano Nocciolini o Scaglia, giusto lo battesse lui. Alla squadra ho chiesto una partita intensa, dove abbiamo speso molto, Siligardi ha giocate importanti ma non ce la faceva più e ho messo a quel punto Baraye. C’erano una squadra che ha cercato di costruire e far gioco e un’altra che ha giocato con ripartenze. Loro l’anno scorso militavano in Serie A, sulla prestazione di stasera si può lavorare. Dezi? Lui è uno che corre tantissimo, ma non è questione di singoli: la sofferenza sulle ripartenze è questione di squadra. Ho chiesto di mettere pressione anche ai difensori centrali, cercando di fare una partita di velocità e intensità e anzi sono stato sorpreso che abbiamo tenuto i ritmi per 90 minuti. Non ci soddisfa aver perso 3 partite di fila. Ora dobbiamo fare di tutto perchè si dia una sterzata a questa situazione” ha concluso D’Aversa.

I più letti