Pro Vercelli, Grassadonia: "Padroni del campo, ci salveremo"

Serie B

L'allenatore dei piemontesi amareggiato dopo il 2-1 in rimonta di Palermo: "Abbiamo avuto tante occasioni, ce la siamo giocata e abbiamo fatto la parttia. Ora, però, serve vincere"

Non è bastata una Pro Vercelli arcigna per far crollare il Palermo, vittorioso nel posticipo del Barbera per 2-1. Piemontesi, ora ultimi in Serie B con due punti in classifica, KO in rimonta e ancora a quota zero vittorie in campionato. Dei segnali positivi, però, sono arrivati, come raccontato dopo la gara da Gianluca Grassadonia: "Sono tutte partite delicate. C'è un grandissimo rammarico perché siamo stati padroni del campo. Abbiamo avuto tante occasioni, la Pro Vercelli oggi è stata davvero brava a giocarsela a viso aperto, a fare la partita. Arrivare qui e subire due gol su due tiri in porta ci lascia col rammarico", ha detto l'allenatore. "Cosa è mancato? In questo sport la devi mettere dentro. Ci siamo arrivati tante volte, ma spesso è mancato il passaggio o la finalizzazione".

"Ora serve vincere"

Ora per la Pro si mette già male, ma Grassadonia non molla:"Io ho sempre creduto in questo gruppo, che sta crescendo tanto. Abbiamo cambiato modulo, ma abbiamo sempre l'idea di proporre gioco e questa deve essere la nostra forza. Diventa difficile guardare la classifica e commentare questa partita, ma io ho il compito di guardare anche le cose positive". E ora... "Vedremo una squadra conscia della partita fatta. Tanti dicevano che manco dovevamo partire per Palermo, invece abbiamo fatto la partita. Adesso però dobbiamo fare risultato". In chiusura una battuta su Vives: "È importante, così come altri. Tanti sanno quello che stiamo facendo, è un gruppo molto sano che alla fine arriverà all'obiettivo", ha concluso.  

I più letti