Avellino, parla il presidente Taccone: "Il lavoro paga"

Serie B

Il presidente dell’Avellino esprime la sua soddisfazione per la vittoria ottenuta nell’ultimo turno contro l’Empoli, sottolineando come il primo posto sia frutto del lavoro e del sacrificio dei suoi ragazzi

La grande rimonta centrata contro l’Empoli vale il primo posto per l’Avellino, capace di agguantare una vittoria che sembrava ormai svanita. Gli uomini di Novellino invece hanno avuto il merito di crederci fino all’ultimo, prendendosi tre fondamentali punti che gli permettono di issarsi al comando di questa entusiasmante serie B seppur in coabitazione con altre formazioni. Nella giornata di martedì i ‘Lupi’ torneranno a lavorare sul campo dopo quarantotto ore di riposo concesse loro da Novellino dopo il successo sull’Empoli. Alla ripresa, gli occhi saranno puntati su Leonardo Morosini che ha riportato una brusca iperestensione del ginocchio sinistro durante l’ultimo match. Il giocatore sarà sottoposto ad esami strumentali che faranno luce sul problema accusato da Morosini e sugli eventuali tempi di recupero. Sembra invece sulla via del completo recupero Davide Gavazzi, che in settimana ha ripreso a calciare il pallone nel test settimanale contro gli Allievi.

Parla il presidente

Soddisfatto dei risultati dell’Avellino è senza dubbio il suo presidente Taccone, felice di come la squadra stia rispondendo agli input di Novellino. Intervistato dal Mattino, il numero uno dei ‘Lupi’, ha voluto incensare i propri ragazzi per l’impresa compiuta nell’ultimo turno di campionato contro l’Empoli. "Un primo posto che obiettivamente nessuno poteva immaginare, nonostante la convinzione di aver lavorato bene in estate nell'allestimento della squadra” le parole di Taccone. “Il calcio è bello perché premia sforzo, impegno, lavoro e noi al momento abbiamo fatto, interpretato tutto questo, anche se un pizzico di fortuna visto nella gara con l'Empoli c'è stato e senza questa componente non si centra alcun grande risultato".

I più letti