Spezia, Gilardino si presenta: "Carico e motivato, scendere di categoria non è una sconfitta"

Serie B

'Gila' riparte dalla Serie B. Per lui maglia n. 10 e tanta voglia di ripartire, dimostrando di poter fare la differenza: "Voglio rimettermi in gioco, vengo da un'annata sfortunata e piena di sacrifici lontano dalla mia famiglia"

Da Berlino alla B. Un refrain già sentito (al contrario) ma che calza a pennello anche per la parabola di Alberto Gilardino, che scende per la prima volta di categoria. Quella stessa categoria in cui due suoi compagni di quel 9 luglio 2006 allenano: Grosso e Inzaghi. 'Gila' però vuole fare ancora la differenza in campo, non in panchina. Con la maglia dello Spezia. E non con una maglia qualsiasi: la numero 10. Gilardino è stato presentato oggi allo Spezia Store e ha parlato di questa sua nuova avventura: "In estate ho avuto tante opportunità, ma l'unica concreta è stata lo Spezia. La società mi ha fatto sentire la propria vicinanza ed è anche per questo che ho preso questa decisione: sono carico". C'è una stagione difficile da riscattare: "Ho tanta voglia di ripartire. Essere sceso di categoria non è una sconfitta, anzi sono orgoglioso e felice di essere qui. In Serie B posso giocarmi le mie carte, ho tanta voglia. Obiettivi di squadra? Prima la salvezza, poi il campo ci dirà dove possiamo arrivare".

"La Premier League? Un'opportunità..."

"Nella vita un uomo deve fare delle scelte: io vengo da un'annata sfortunata, nella quale ho dovuto fare tanti sacrifici. La Premier? Poteva essere un'opportunità, ma ho messo sul piatto tutte le proposte e l'unica convincente è stata questa dello Spezia. Una società che ha investito tanto: nelle strutture, nel settore giovanile. Non in tutte le piazze, nemmeno in Serie A, capita questo. Ora tocca a noi giocatori". E le prime impressioni, per Gilardino, sono più che positive: "Ho visto un gruppo che lotta durante gli allenamenti, non tirandosi mai indietro. Un bel segnale. Io cercherò di raggiungere il loro livello di forma il prima possibile, sono a disposizione".

 




I più letti