Pro Vercelli, il presidente Secondo: "Ce la possiamo giocare con tutti"

Serie B

Il presidente del club piemontese: "Avanti con questa umiltà, con lo spirito mostrato contro il Bari (2-2, ndr) possiamo battere chiunque. A fare la differenza qui è il gruppo"

Il 2-2 con il Bari è una prova di forza vinta dalla Pro Vercelli, che nelle ultime settimane ha trovato una nuova identità. Nonostante il terzultimo posto in classifica - va detto, però, a soli 6 punti dalla vetta - la squadra piemontese ha finalmente cominciato a mettere in campo il giusto atteggiamento.  “Abbiamo fatto un’ottima prestazione nel primo tempo, chiusa meritatamente in vantaggio. Nel secondo tempo siamo andati in difficoltà, ma siamo riusciti a portare a casa il pareggio”, ha commentato il presidente del club, Massimo Secondo, all’indomani del 2-2 del Piola. “Con questo spirito possiamo mettere in difficoltà chiunque, in casa e in trasferta. Il risultato è giusto”. Sulle critiche del ds biancorosso: “Non ho un grande rapporto con il D.S. del Bari, qui si lamenta sempre molto: dice che il nostro gol è irregolare, ma forse dimentica il calcio in faccia a Vajushi lanciato in porta nel primo tempo. Basha ha fatto tanti falli, tanto che Grosso ha deciso di sostituirlo per evitare l’espulsione. Se ci mettiamo ad esaminare gli episodi, bisogna guardarli tutti”.

"Avanti con questa umiltà"

Sulla squadra di Grosso, Secondo dice: “Il Bari è forte, penso sarà tra le candidate a fare il salto di categoria. Abbiamo avuto la pazienza di aspettare il mister e questo gruppo: sapevamo che potevamo giocarcela con tutti, si trattava di avere pazienza. Noi abbiamo sempre creduto nelle idee del mister: oggi abbiamo fatto una grande prestazione, senza un giocatore determinante come Vives”. Il presidente elogia la squadra di Grassadonia: “A fare la differenza è stata la forza del gruppo. Speriamo di recuperare Vives per il Carpi, ma chi ha giocato ha dimostrato tutto il suo valore. Castiglia è un giocatore importante per la categoria, lo conosciamo da quattro anni. E poi vorrei citare Marcone, arrivato alla fine del mercato: sta dando grande sicurezza al reparto. Godiamoci la vittoria, da lunedì torniamo a guardare la classifica: vogliamo girare almeno a quota 22. Avanti con questa umiltà”. Settimana prossima il Carpi: “È una squadra difficile da affrontare, ma possiamo giocarcela con tutti”.

I più letti