Cesena-Foggia, Castori: "Grande soddisfazione, la squadra ha dimostrato di avere cuore"

Serie B

Un pareggio acciuffato in extremis quando i tre punti sembravano ormai certi per il Foggia: risposta importantissima quella del Cesena, che grazie all’autogol di Gerbo e alla rete di Rigione è riuscito a rimontare i rossoneri ottenendo un punto che fa morale e che muove la classifica. Grande soddisfazione per l’allenatore dei bianconeri Fabrizio Castori, che in conferenza stampa ha esaltato il carattere dei suoi. 

La soddisfazione dopo la grande paura. Nonostante l’ultimo posto in classifica, per il Cesena arrivano segnali importanti. Pareggio interno in rimonta contro un buon Foggia, che a sette minuti dal termine del match si trovava avanti di due reti al Manuzzi. 3-3 il risultato finale, con l’autorete di Gerbo e il gol di Rigione a regalare un sorriso a Fabrizio Castori. Molto soddisfatto l’allenatore del Cesena, che dopo essere intervenuto ai microfoni di Sky Sport ha parlato così in conferenza stampa: "Sapevamo che quella di oggi sarebbe stata una partita complicata perché il Foggia fa dell’aggressione la sua arma migliore – ha spiegato Castori -. Noi, invece, questo atteggiamento lo stiamo ancora acquisendo, quindi è normale che possano verificarsi questi capovolgimenti. Oggi sono molto soddisfatto della gara e di come è stata affrontata dai miei ragazzi, che non meritavano di perdere e a che con carattere e grande cuore hanno dimostrato che si possono raggiungere risultati importanti. Abbiamo in squadra tanti giovani che hanno bisogno di giocare per migliorare. E miglioreremo, togliendoci delle belle soddisfazioni".

Nessuna colpa sui gol, la squadra ha l'atteggiamento giusto

La posizione in classifica rimane sempre complicata, ma Castori guarda con fiducia al futuro e non ha nulla da rimproverare ai suoi. "Direi che sui gol subiti la squadra non ha sbagliato niente – ha aggiunto l’allenatore del Cesena -: il primo è stato un tiro dalla grande distanza, per cui direi che la difesa non ha colpe. Forse qualche pecca si può trovare sul secondo, quando abbiamo concesso un contropiede da nostro calcio d’angolo. Adesso tutto questo rientra nelle cose da migliorare. In ogni caso sono stati 90 minuti intensi, ma io preferisco una partita piena di azioni piuttosto che una molle. Gli errori bisogna metterli in preventivo quando si gioca con questa intensità. Li limeremo nel tempo, ma adesso la squadra ha l’atteggiamento giusto: quelli che giocano sanno come si fa. Qualche recriminazione? Potevamo fare più gol. Però siamo migliorati sotto il punto di vista atletico, adesso dobbiamo riuscire ad entrare in partita con maggiore aggressività. Prima o poi troveremo errori dall’altra parte. Va bene così, questa squadra merita un encomio collettivo".

I più letti