Pro Vercelli, Grassadonia: "Fatto di tutto per segnare, il Carpi ha messo il pullman davanti alla porta"

Serie B

L'allenatore dei piemontesi: "Abbiamo dominato in lungo e in largo ma abbiamo trovato una squadra molto chiusa. Credo che oggi non si possa dire nulla ai giocatori che sono stati tutti bravi. Dispiace perché la classifica non rispecchia i nostri valori"

Finisce con un pareggio senza gol la partita dello stadio Silvio Piola tra Pro Vercelli e Carpi, la formazione piemontese non riesce a superare l’avversario e a conquistare così i tre punti. Sono ora 10 i punti della formazione di Grassadonia che resta così nelle zone basse della cortissima classifica di Serie B - in attesa di affrontare nel turno infrasettimanale l'Avellino al Partenio Lombardi. Alla Pro non è bastato un buon inizio di secondo tempo, con un palo colpito da Firenze al 50’ e con gli ultimi tentativi nella finale di gara, per riuscire a portare a casa la vittoria. Un altro 0-0 come nei cinque precedenti tra le due squadre, che al termine della partita l'allenatore dei piemontesi ha commentato così in conferenza stampa.

"Oggi abbiamo dominato in lungo e in largo ma abbiamo trovato una squadra che ha messo il pullman davanti alla porta. Nonostante ciò abbiamo preso un palo e creato 4-5 occasioni che il portiere avversario è riuscito a parare. Credo che oggi non si possa dire nulla ai giocatori che sono stati tutti bravi. Martedì faremo un po’ di turnover e sono sicuro che chi giocherà farà bene, ci spiace per questo risultato e per la classifica che in questo momento non rispecchia il valore di questi ragazzi. Ma dobbiamo vedere anche da dove siamo partiti e dobbiamo continuare su questa strada tenendo ben presente che siamo ancora in fondo alla classifica ma abbiamo un gruppo di ragazzi intelligenti".

"Abbiamo provato a scalfire la loro difesa anche con gioco e palla a terra - ha aggiunto - purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. Bifulco nel secondo tempo è stato spostato a sinistra perché essendo destro poteva rientrare. Oggi ci è mancato molto Rovini che avrebbe giocato e avrebbe potuto darci molto. Vajushi è entrato e ha fatto bene così come Altobelli e Morra. Oggi anche l’arbitro è stato bravo ma non vedere un cartellino giallo nel primo tempo è stato eccessivo perché c’era un fallo ogni 10 metri, di tutti i tipi. Vives? E’ uscito perché aveva mal di testa, in quel momento abbiamo pensato di sostituirlo. Bergamelli domani non si allenerà, valuteremo le sue condizioni martedì ma in ogni caso ho un gruppo importante e sono contento della loro applicazione. Martedì altri giocatori avranno opportunità di mettersi in mostra e sono sicuro che la sfrutteranno".

I più letti