Salernitana, Bollini: "Piglio e motivazioni giuste"

Serie B

L’allenatore della formazione granata presenta la sfida contro l’Empoli capolista: "Arriviamo alla gara con il giusto atteggiamento, vedo nella squadra il piglio e le motivazioni che piacciono a me. Adesso serve continuità di prestazione e risultato"

La sfida contro la prima della classe che arriva nel momento migliore della formazione granata, promette spettacolo la gara tra Salernitana ed Empoli in programma domani pomeriggio alle ore 15 all’Arechi. “Arriviamo alla gara di domani con il giusto atteggiamento sotto il profilo delle motivazioni e dell’entusiasmo grazie anche a quello che abbiamo fatto nell’ultimo periodo. Ero convinto che prima o poi la squadra si sarebbe riuscita ad esprimere per quello che dimostra in settimana e la qualità del lavoro che svolge in allenamento. La gara di martedì deve essere il punto di partenza e dobbiamo utilizzarlo come certezza contro un avversario che si presenta da solo per qualità e forza", le parole di Alberto Bollini in conferenza stampa. L’allenatore granata ha poi aggiunto: "La squadra sta molto bene e lo hanno dimostrato anche i giocatori partiti dall’inizio a Novara e quelli che sono entrati a gara in corsa. Predico sempre competitività e impegno massimo e chi sta entrando lo sta facendo con grande piglio sul piano della forza e sotto il profilo motivazionale dando davvero tutto. E’ questo l’atteggiamento che piace a me. L’aspetto fisico avrà un’incidenza molto importante e faremo tutte le necessarie valutazioni fino a domani mattina".

"Adesso continuità di prestazioni e risultati"

Bollini che ha poi presentato così l’Empoli, prossimo avversario della sua Salernitana: "L’Empoli al momento ha il miglior attacco del campionato, è una squadra forte in tutti i reparti che sta anche molto bene. Nelle ultime stagioni hanno fatto tanti anni in Serie A e quando hanno affrontato il campionato di B lo hanno fatto sempre da protagonisti. Servirà una grande prestazione contro un’ottima compagine. Sono tanti gli aspetti da attenzionare della formazione toscana. E’ una squadra che sa fare la partita e che non si risparmia sul piano della ricerca delle azioni offensive, con grandi inserimenti dei centrocampisti e due esterni che esprimono qualità, gioventù ed esperienza. Senza rinunciare alle nostre idee dobbiamo stare attenti alle loro manovre e alle loro abilità negli ultimi trenta metri. Per il lavoro che stiamo facendo, per l’autostima e quella leale competitività che si sta creando tra i giocatori, anche attraverso l’entusiasmo del nostro pubblico che non è mai mancato, sarà fondamentale domani perseguire e consolidare la continuità di prestazione e di risultato".

I più letti