Avellino, Novellino: "Vogliamo invertire la rotta"

Serie B

L’allenatore dell’Avellino ha presentato la sfida che attende la sua squadra a Perugia, posticipo della tredicesima giornata del campionato di serie B

Match importante quello di lunedì per l’Avellino, impegnato in trasferta contro il Perugia di Roberto Breda. Walter Novellino ha intenzione di tirare fuori la sua squadra dal periodo delicato, provando ad invertire la rotta già dal confronti con gli umbri: "La squadra ha sempre risposto è ovvio che la partita di Parma è stata la più brutta. Al di là dei discorsi, ho rispetto del parere di tutti. Ora bisogna guardare avanti per ottenere sempre più punti possibili.  Noi ci mettiamo l’impegno, ma vorrei dire che il programma nostro prevede la salvezza. Sono consapevole di aver dato una delusione nel derby. A Pescara abbiamo giocato bene, però, a Parma non abbiamo dato la giusta risposta. L’unico mio pensiero è lavorare in campo. Ho bisogno di dare tutto me stesso. Io sono convinto che questa squadra dopo la salvezza può fare altro. Ci aspetta una gara difficile contro una squadra ostica. Il bilancio non è così male, ma è ovvio che abbiamo la possibilità di migliorare il tutto. Ci vuole un po’ più di “cazzimma”. C'è tempo per invertire la rotta. Il mio pensiero è di trasmettere la giusta serenità. Io sono consapevole delle difficoltà di Perugia. Io voglio giocarmela per fare risultato. Noi stiamo pagando psicologicamente gli ultimi venti minuti nel derby. Nella settimana di lavoro non ho fatto pesare nulla sui miei calciatori. La società mi ha sempre messo a mio agio, se i tifosi vogliono posso prendersela con me. Alleno da 30 anni, ho le spalle grandi. In questo periodo la mia società mi è stato al mio fianco. E’ un momento che non vengono i risultati, ma il gioco c’è. L'infortunio di Morosini ha tolto qualità alla squadra stesso discorso che vale per Gavazzi".

Dubbi sul modulo

Novellino poi si sofferma sul modulo da utilizzare nel match contro il Perugia: "Marchizza non ci sarà per via della Nazionale, viene meno anche Rizzato. Dovrò rivedere alcuni aspetti. Modulo? Che sia 4-4-1-1 o 4-1-4-1 conterà la mentalità. Io credo che un tecnico ha il dovere di recuperare dei giocatori in difficoltà, Ardemagni ha bisogno di ritrovare il feeling con la porta. Hanno tutti la possibilità di giocare".

I più letti