Spezia, Forte: "Verso il Frosinone con fiducia"

Serie B

L’attaccante bianconero: "Guardo attentamente Gilardino ogni giorno, così come osservo sempre Granoche e Marilungo. Noi giovani dobbiamo apprendere il massimo da questi grandissimi giocatori per migliorare"

Il pareggio per 1-1 che ha fermato la corsa dell’Empoli ha dato grande fiducia allo Spezia, che già lavora per tornare in campo al massimo nel prossimo weekend. Ad attendere la formazione bianconera, ora a 15 punti in classifica, c’è la gara contro la capolista Frosinone - un avversario difficile da affrontare in casa, ma come ha rivelato da Francesco Forte, la spinta del pubblico potrà certamente aiutare la squadra. "Con il Frosinone sarà una gara senza dubbio difficile - si legge sul sito ufficiale del club - loro sono solidi ed hanno ottime individualità inserite in un buonissimo collettivo, ma davanti al nostro pubblico faremo del nostro meglio per ottenere un risultato positivo, così come è accaduto fino ad oggi. Cerco sempre di mettere in difficoltà il mister per guadagnare una maglia da titolare, ma è il bene del gruppo a venire prima di tutto; ognuno di noi lavora per essere a disposizione, solo il lavoro infatti porta i risultati ed in questa squadra è pieno di professionisti che non si tirano mai indietro".

E ancora: "Ad Empoli siamo stati autori di una grande partita in casa di una delle formazioni migliori del campionato, un peccato non esser riusciti a portare a casa i tre punti, ma alla fine è comunque un pareggio importante che infonde fiducia, fa accrescere l'autostima e consapevolezza nei nostri mezzi, fondamentale per affrontare la capolista. Volevamo proporre anche fuori casa quell'atteggiamento tenuto sempre tra le mura amiche, fino a domenica scorsa qualcosa lontano dal "Picco" era mancato e siamo contenti di esser riusciti ad affrontare il match l'atteggiamento giusto; stiamo costruendo il nostro valore giorno dopo giorno, la classifica è corta, pensiamo a lavorare, anche perché basta una scintilla per far arrivare i risultati positivi e far accrescere l’entusiasmo".

"Guardo attentamente Gilardino ogni giorno - ha aggiunto Forte - così come osservo sempre Granoche e Marilungo, d'altronde noi giovani dobbiamo apprendere il massimo da questi grandissimi attaccanti per migliorare; cerco sempre di migliorare i fondamentali, devo sempre cercare di fare meglio e crescere, allenandomi anche a seduta terminata. Il futuro? Sono ancora giovane, devo fare esperienza e mettermi in gioco, dimostrando il mio valore con l'obiettivo di tornare un giorno in Serie A; non mi mancherà mai la fame, quella è alla base del lavoro quotidiano, se manca tanto vale appendere le scarpette al chiodo".

I più letti