Empoli, Luperto: "Con lo Spezia bravi a recuperare. Da piccolo giocavo avanti, poi mi sono ritrovato in difesa"

Serie B

Parla il difensore azzurro: "Contro lo Spezia bravi a riprenderla, dobbiamo migliorare in alcune cose. Sento la fiducia di Vivarini, voglio ripagarla. A Vercelli esperienza importante, domenica non sarà facile. Da bambino giocavo avanti, poi mi sono ritrovato difensore centrale"

Contro lo Spezia, l'Empoli non è riuscito a ottenere una vittoria che gli avrebbe permesso di mantenere il primato al pari del Frosinone. Azzurri ora proiettati alla sfida di Vercelli, una gara da ex per Sebastiano Luperto: "Domenica con lo Spezia siamo stati bravi a riprendere la gara perchè di fatto abbiamo sempre avuto noi la palla ed abbiamo sempre fatto noi la partita, come dimostrano anche i numeri – ha dichiarato il difensore - La partita però si è complicata perchè abbiamo subito quel gol, a squadra schierata, che ha rischiato di compromettere il tutto. Bravo sicuramente il giocatore avversario a trovare quel tiro ma noi dobbiamo migliorare molto nei particolari, abbiamo preso gol su un’azione che nasce da una rimessa laterale e questo non deve accadere, però siamo stati bravi a continuare a giocare e trovare il pareggio. E’ vero, subiamo di meno gli affondi avversari ma questi spesso si trasformano in gol. C’è da lavorare tanto, ogni giorno per limare i difetti perchè rode questa situazione in cui concedi poco e quel poco, come detto, troppo spesso si concretizza con la rete avversaria".

"Da piccolo giocavo avanti, a Vercelli esperienza importante"

"Da piccolo giocavo avanti, poi però nel settore giovanile del Lecce sono piano piano scalato dietro, fin quando arrivato ai giovanissimi nazionali un giorno serviva un difensore centrale e da li sono rimasto in quella posizione anche se mi trovo a mio agio pure da esterno perchè posso spingere e portare palla – prosegue - Sono arrivato questa estate senza preparazione fisica e questo l’ho pagato nella primissima parte della stagione, poi piano piano sto trovando la condizione e mi sento indubbiamente meglio. Sento la fiducia di Vivarini, che cerco di ripagare ogni giorno, spero ovviamente di continuare così, crescendo ancora. L’esperienza di Vercelli dello scorso anno mi ha dato tanto e mi ha fatto scoprire questa categoria, un anno in cui sono cresciuto molto sia professionalmente che umanamente, grazie a tutto l’ambiente, allo staff e a Longo. La gara di sabato non sarà facile, loro giocano palla e cercano di fare la partita anche se sarà poi da capire se anche contro di noi vorranno fare la stessa cosa oppure emuleranno le nostre ultime avversarie che hanno badato per lo più a chiudersi giocando di rimessa".

I più letti