Ascoli, ripresi gli allenamenti in vista del Parma: Padella a parte

Serie B

L'Ascoli ha ripreso gli allenamenti dopo la sconfitta interna contro il Foggia. A Parma partita decisiva per Maresca e Fiorin, oggi al lavoro al Picchio Village. Allenamento differenziato per Padella

Ultimo posto in classifica ad appena 13 punti ed un'altra sconfitta deludente contro il Foggia da digerire. Non è un momento positivo per l'Ascoli, che ora punta a ripartire ed è atteso da un impegno difficile contro il Parma al Tardini. Fiducia confermata per la coppia Maresca-Fiorin, che questa mattina è tornata a lavorare al Picchio Village per preparare la prossima partita in programma sabato pomeriggio. Chi ha giocato contro il Foggia ha svolto un lavoro di scarico e una seduta di terapie. Gli altri, invece, hanno lavorato regolarmente. Dopo il classico riscaldamento funzionale, i calciatori bianconeri hanno svolto una seduta aerobica e una partita a campo ridotto. Infine, il sito dell'Ascoli, parla degli assenti all'allenamento: “E' rimasto a riposo D'Urso, che ieri ha riportato una elongazione muscolare al retto femorale della gamba destra, che lo ha costretto al forfait in Nazionale Under 20. Buzzegoli si è sottoposto a terapie, Padella ha svolto un lavoro differenziato. Assenti Favilli, in Under 21 e Mignanelli,  partito per Arezzo, dove domattina sarà sottoposto ad intervento chirurgico presso la clinica San Giuseppe per la stabilizzazione della frattura al malleolo mediale sinistro riportata nel match di campionato col Carpi", si legge.

Carpani: "Avrei voluto festeggiare le 100 presenze con una vittoria"

Contro il Foggia, come detto, è arrivata una deludente sconfitta. Questo lo stato d'animo mostrato anche da Carpani: "La delusione è grande perché era la prima volta da capitano – ha detto il calciatore bianconero - Le cento presenze avrei voluto festeggiarle diversamente coi tifosi. La tifoseria è delusa, noi ancora di più, a fine gara ci hanno rinnovato la fiducia e questo ci ha caricati in vista della prossima sfida col Parma. Peccato, ero felicissimo per questa fascia. Ci manca quel pizzico di fortuna e cattiveria in alcuni frangenti, come nello spazzare via la palla quando è il momento. Rivedo le immagini decine di volte e spesso ci capita che la palla resti lì... dobbiamo essere bravi a portarla via. Oggi, a parte i primi 15' in cui abbiamo preso le misure agli avversari, la partita è stata equilibrata".

I più letti