Pescara, Pettinari: "Vittoria fondamentale, continuiamo così"

Serie B

Queste le parole dell'attaccante dopo aver raggiunto quota 10 gol in B: "Devo ringraziare tutta la squadra che mi mette nelle condizioni di segnare e Zeman che mi dà fiducia, cosa che non avevo trovato gli anni scorsi"

Segna sempre lui, una sentenza: Stefano Pettinari, quello che negli ultimi tre anni non ha mai avuto una continuità del genere. Panchine, scelte sbagliate, pochissimi gol. Ora, però, è arrivato a quota 11 in stagione (10 in B, 1 in Coppa Italia) grazie al suo Pescara: "Ringrazio tutta la squadra che mi mette in condizioni di segnare". Altra doppietta nel 3-1 alla Pro Vercelli, Pettinari sta vivendo una seconda giovinezza. Classe '92, un figlio e una bella moglie. Adesso anche la continuità che mancava da diverso tempo: "Contento per la fiducia". Le sue parole. 

"Io, Zeman e la continuità!"

Oggi è stata una doppietta importante per la vittoria. Sono contento sia a livello personale che per la vittoria". Ormai è indispensabile: "Devo ringraziare tutta la squadra che mi mette nelle condizioni di segnare e al mister che mi da fiducia cosa che non avevo trovato gli anni scorsi. Io sto cercando di dare il massimo". E ancora: "In passato a volte è dipeso da noi ma anche dalla bravura degli avversari. Noi dovevamo giocarla cosi, siamo stati bravi nell'approccio e nel gestirla". Pettinari si è reso protagonista di un bellissimo gol, importnatissimo: "Sono contento più per l'importanza che per la bellezza. Brugman ha visto un corridoio che forse in pochi vedevano, io poi ho fatto il tocco sotto e è andata bene".

"Ganz? C'è sempre concorrenza..."

E ancora, finalmente una bella vittoria. Il Pescara, ora, è decimo a 20 puntie insegue la zona playoff: "Era importantissimo vincere, l'avevo detto anche in settimana prima del 3-1. Era quello che ci voleva a livello mentale per darci fiducia e continuare così". Obiettivi personali? "E' ancora presto per parlare di mercato. Devo fare ancora tanto e lavorare cosi pensando al Pescara". Quando gli chiedono se si rivede in Casiraghi risponde così: "Non lo so perchè non me lo ricordo bene". Ganz scalpita: "C'è sempre concorrenza, Simone è un professinista come Cappeluzzo. Adesso il mister mi sta dando fiducia e cerco di ripagarlo in tutte le partite".

I più letti