Novara, Corini: "Attraverso il lavoro arriveranno i risultati. Macheda? Il gol non diventi un'ossessione"

Serie B

Provare ad invertire la rotta dopo l’ultimo periodo complicato: l’allenatore del Novara ha parlato in conferenza stampa del momento della sua squadra in vista del prossimo impegno di campionato, la trasferta sul campo del Venezia, soffermandosi sull’astinenza da gol di Federico Macheda

Due soli punti nelle ultime cinque partite, dopo un inizio di stagione convincente il Novara è in un momento parecchio complicato. Tanta voglia di ripartire per la squadra di Eugenio Corini, impegnata nel prossimo turno nella difficile trasferta sul campo del Venezia di Pippo Inzaghi. Una gara da affrontare con lo spirito giusto secondo l’allenatore del Novara, che ha parlato così in conferenza stampa. "Insieme ai ragazzi ho rivisto la sconfitta interna di sabato contro il Bari – ha detto Corini – e sinceramente ho avuto la stessa impressione che era arrivata dal campo: abbiamo giocato con intensità e coraggio, ma non siamo stati bravi in fase di finalizzazione. Pur avendo concesso poco, a loro è bastato. Alcuni episodi dubbi hanno sicuramente influito sul risultato, ma noi dovevamo comunque essere più lucidi. E’ stata una prestazione importante, ma purtroppo non siamo stati bravi ad indirizzare il risultato nella maniera migliore. Contro il Venezia dovremo essere reattivi e cercare di essere efficaci nel proporre il nostro gioco, loro sono una squadra che sta giocando con due punte di struttura, brave nell’attaccare la profondità. Il mio margine di sogno? Me lo sono prefissato al mio arrivo e me lo tengo stretto. La cosa importante è sapere che attraverso il lavoro arriveranno i risultati. Non so cosa saremo in grado di fare, ma il margine di sogno non me lo faccio togliere da nessuno". 

Macheda, Maniero e gli altri singoli

Spazio ai singoli, Corini ha parlato della situazione di molti giocatori: "Ho parlato con lo staff medico e Montipò difficilmente sarà della partita, mentre Del Fabro, pur avendo svolto un lavoro differenziato dopo l’intervento a cui è stato sottoposto, potrebbe tornare disponibile. Lo stesso vale per Orlandi e Da Cruz che, lavorano con la squadra. Schiavi difficilmente sarà recuperabile – ha proseguito Corini -, Sansone invece viene da un infortunio che raccomanda prudenza, mentre Casarini ha ancora qualche strascico dall’infortunio alla caviglia. Non averlo avuto al massimo ha influenzato il nostro avvio di stagione. Maniero? Si tratta di un giocatore importante che è arrivato a Novara perché ha grandi valori. Purtroppo ha avuto dei problemi che lo hanno limitato che ne hanno frenato il rendimento, ma sta recuperando al meglio e toccherà a me capire se schierarlo dal primo minuto o a gara in corso". Chiusura su Macheda: "Federico deve stare sereno, su di lui ci sono tante aspettative ma io in lui, come in tutti vedo, grande impegno – ha concluso Corini -. Lui non deve pensare al gol come a un’ossessione, sabato ha fatto una buona prestazione e deve continuare a lavorare come sta facendo. Solo così e grazie al gruppo si trovano le risorse per venire fuori da un problema". 

I più letti