Palermo, Tedino: "Grande prova di carattere"

Serie B

L'allenatore rosanero dopo la vittoria di Avellino: "Grande prova di carattere della squadra, volevo una prestazione convincente per migliorare l'autostima. Oggi il miglior Coronado, dedichiamo la vittoria a Zamparini"

Tre gol all'Avellino per ripartire. Il Palermo torna alla vittoria e si riprende il primo posto in classifica, in attesa della partita del Bari di domani contro il Foggia. Soddisfatto Bruno Tedino: "Reazione dopo sconfitta? In questo momento dobbiamo essere bravi a non accontentarci, di premere sull’acceleratore, consolidare le nostre qualità e migliorare qualche lacuna – ha dichiarato l'allenatore rosanero - Stiamo pareggiando tutto con il gioco, la squadra sta giocando molto bene, dobbiamo ancora migliorare per poter ottenere risultati ancora più positivi. Avevamo bisogno di questa prova convincente e l’abbiamo fatta in maniera intelligente e senza grandi slanci. E’ normale, è stata una partita difficile perché fare più di un tempo in 10 è diventata complicata. Ma la squadra ha dimostrato carattere come sempre, eccetto in alcune situazioni come contro il Cittadella, lì siamo caduti storti. Ottima partita, sono contento per i ragazzi che lunedì sera erano usciti male dal campo e volevamo una prestazione convincente per aumentare la nostra autostima".

"Il miglior Coronado, vittoria dedicata a Zamparini"

Tra i protagonisti di questa partita c'è sicuramente Coronado: "Per trovare spazi ci vorrebbe sempre la bravura di Coronado che oggi ha sfondato nell’uno contro uno, ci vorrebbe anche un po’ di struttura fisica perché a volte la palla dobbiamo metterla anche lì . Jajalo? Mato non mi stupisce più di tanto perché è un uomo con la U maiuscola, un ragazzo meraviglioso, che ha sempre avuto la testa sulle spalle e ha giocato per la squadra in ogni occasione. A volte non è un giocatore che fa impressione, perché è uno compassato che fa giocare la squadra. Oggi è stato molto positivo, ha giocato bene come collante. Gnahorè? Era un periodo che giocava poco, faceva fatica a interpretare il nostro metodo di gioco, poi ha lavorato bene dieci giorni e oggi come abbiamo visto tutti ha fatto molto bene", ha detto Tedino. "Vittoria dedicata a Zamparini? Questo è un segnale importante che diamo a lui – conclude - E' una persona che ci è rimasta sempre accanto anche nei pochi momenti di difficoltà che abbiamo avuto. Ci ha sempre fatto lavorare con grande serenità, quindi credo sia arrivato il momento di gioire per lui". 

I più letti