Novara, Corini: "Pari giusto, ma resta tanto rammarico"

Serie B

L'allenatore non nasconde un po' di amarezza, dal momento che la squadra non ha centrato la sospirata vittoria in casa. Riflette su questo aspetto anche Dickmann: "Ci blocca un po', ma mentalmente stiamo bene"

Un pari dai due volti: quello della soddisfazione, per non essere caduti di nuovo in casa, ma anche quello della delusione per un pareggio maturato nel finale di partita. Eugenio Corini guarda avanti, però, quando c’è da analizzare Novara-Empoli, terminata 1-1. “Complessivamente il pareggio è risultato più giusto, da parte nostra c'è rammarico perché l'avevamo orientata bene. La percezione è comunque che l'Empoli faceva fatica a rendersi pericoloso fino a dodici minuti dal termine. Sono stati bravi sulla giocata di Zajc. Dovevamo far meglio per contrastarlo ma le grandi squadre hanno anche giocatori da grandi colpi individuali che spostano gli equilibri: è stato bravo lui a trovare spazio per fare un grande gol. Era importante interrompere l'emorragia in casa, abbiamo fatto un punto contro una squadra tra le più accreditate per la vittoria del campionato, ora ci prepariamo ad andare a vincere con la Cremonese venerdì” ha detto l’allenatore al termine della sfida.

L’analisi di Dickmann

Nella zona mista dello stadio Piola, Lorenzo Dickmann ha commentato così la sfida: “Ho giocato a sinistra, preferisco a destra ma cerco di dare il massimo in ogni ruolo anche se cambiano diversi aspetti. Sicuramente l'avversario era uno dei più forti, giocano bene e hanno due attaccanti di ottimo livello. Siamo riusciti a limitarli molto, se andiamo a vedere le azioni dell'Empoli. Zajc ha fatto un gol meraviglioso, ma secondo me si poteva evitare perché da molto lontano. Senza quello potevamo vincerla. Non arriva la vittoria in casa, mentalmente siamo un po' bloccati però stavamo bene sotto questo punto di vista perché venivamo dalla vittoria col Venezia”.

I più letti