Frosinone-Brescia, Marino: "Troppe disattenzioni, siamo stati superficiali"

Serie B

Le parole dell’allenatore del Brescia ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta sul campo del Frosinone: "Entrambi i gol nati da errori nostri, peccato perché abbiamo lottato fino in fondo. Certe ingenuità in questa categoria si pagano. Il mio ritorno qui? Emozionante"

RISULTATI E CLASSIFICA SERIE B: GOL E HIGHLIGHTS DELLA 18^ GIORNATA

Ritornato a Frosinone dopo l’esperienza della passata stagione sulla panchina del club gialloblu, Pasquale Marino sperava di rientrare a Brescia con un altro risultato. Niente da fare per la sua squadra, a decidere la gara per gli uomini di Longo – adesso al primo posto in classifica insieme al Parma – ci hanno pensato Citro e Dionisi. Un ko maturato a causa di troppe disattenzioni, Marino ha commentato scuro in volto il risultato ai microfoni di Sky Sport. "Probabilmente siamo stati superficiali nei gol subiti, perché le occasioni che abbiamo concesso sono nate tutte da nostri errori nel palleggio o in uscita – ha detto l’allenatore del Brescia nel postpartita -. Nell'azione del primo gol abbiamo consegnato al Frosinone un pallone importante, mentre il secondo gol è derivato da una nostra disattenzione che di fatto ha chiuso la partita".

Certe ingenuità costano care. Il ritorno a Frosinone? Emozionante

Prima di tornare sull’analisi del match, Marino ha anche parlato delle sensazioni provate al ritorno a Frosinone: "Tornare a Frosinone mi ha provocato un po' di emozione come è normale che sia – ha concluso l’allenatore del Brescia -, ma poi è iniziata la partita ed è passato tutto. Adesso devo pensare al Brescia, ho tanto lavoro da fare. Ho rivisto il primo gol  che ha sbloccato la partita e mi rendo conto che è stato un vero peccato. Ancora commettiamo delle ingenuità che ci rendono tutto più difficile e che ci costano care in questa categoria. Ci dobbiamo rammaricare, oggi eravamo partiti bene creando anche noi qualche occasione e all'inizio del secondo tempo abbiamo avuto alcune opportunità, una in particolare con Caracciolo sulla quale Bardi è stato molto bravo. È un peccato che poi abbiamo preso il 2-0, perché fino alla fine la squadra ha cercato di lottare e la traversa di Caracciolo lo dimostra. Abbiamo affrontato un avversario di cui conosciamo il valore, assolutamente massimo". 

I più letti