Cittadella, Iori: "Ora serve una vittoria in casa"

Serie B

Il centrocampista sarà squalificato contro il Carpi: "Abbiamo dato continuità ai risultati, veniamo da tre vittorie e due pareggi. Affronteremo un avversario ostico, ma in casa bisogna tornare a far punti perché ne abbiamo persi troppi al Tombolato"

Il Cittadella continua nel suo programma di lavori per arrivare nella maniera migliore alla sfida in programma contro il Carpi. Come ha comunicato la stessa società attraverso il suo sito ufficiale nel programma della settimana, i calciatori della formazione veneta, sotto gli occhi dell’allenatore Venturato e del suo staff tecnico, sono scesi in campo nel pomeriggio a partire dalle 14.15 per la seduta odierna e lo stesso programma si ripeterà anche domani, alla vigilia della sfida in programma al Tombolato giovedì alle ore 20.30. La squadra proseguirà poi negli allenamento fino al giorno di Natale (al mattino venerdì, al pomeriggio sabato e nuovamente alle 11 domenica); dal 26, poi, i calciatori si ritroveranno per due giorni consecutivi per una doppia seduta in vista della trasferta di Vercelli, fissata per giovedì 28 alle 20:30. Questo il programma del Cittadella, che in un’altra nota ha poi anche comunicato il nome dell’arbitro scelto per dirigere la gara contro il Carpi. "A dirigere Cittadella-Carpi - si legge - di giovedì 21 dicembre 2017 (ore 20.30) allo Stadio Tombolato di Cittadella è stato chiamato il Signor Luigi PILLITTERI della sezione di Palermo, 1° ass. Sig. SORICARO di Barletta, 2° ass. Sig. CALIARI di Legnago, IV uomo Sig. ILLUZZI di Molfetta".

Chi non scenderà in campo contro la formazione di Calabro è il capitano Manuel Iori, fermato dal giudice sportivo per una giornata. Contro il Brescia è arrivata la quinta ammonizione e lo stesso giocatore - autore poi del pareggio del Rigamonti - ha parlato così del suo momento e di quello della squadra al Mattino di Padova: "Mi rompe tanto quell’ammonizione - ha confessato il centrocampista - mi rompe perché abbiamo preso un pallone lungo quando la sfera era nostra e perché non è la prima che subisco, ma non avevo alternative in quel momento, l’avversario sarebbe andato in porta ed eravamo già nei minuti di recupero. Mi scoccia anche perché poi c’è stata la punizione di Caracciolo a 30 secondi dalla fine, e l’anno scorso l’Airone ci aveva fatto gol. La barriera, per fortuna, ha respinto, ma qualche brutto ricordo, lo confesso, mi è affiorato alla mente in quegli interminabili secondi. Comunque, conta la squadra e chi giocherà al posto mio contro gli emiliani farà sicuramente la sua partita. Classifica? Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, abbiamo dato continuità ai risultati, veniamo da tre vittorie e due pareggi. Dopodomani affronteremo un avversario ostico come il Carpi, ma in casa bisogna tornare a far punti, perché ne abbiamo persi troppi al Tombolato".

I più letti