Palermo, Lupo: "A gennaio mercato sempre complicato. Orgoglioso di questo gruppo"

Serie B

Il direttore sportivo dei rosanero: "Bilancio positivo, grande rapporto tra me, Zamparini e Tedino. Abbiamo avuto delle dificotà iniziali, poi abbiamo ingranato. Sono orgoglioso di questo gruppo. Mercato? A gennaio è sempre complicato"

Primo posto in classifica e titolo di campione d'inverno, il Palermo si gode questa lunga sosta con il sorriso. Al termine di questa prima parte di stagione ha voluto fare un bilancio Fabio Lupo: "È sicuramente positivo sopratutto quando analizziamo il rapporto che si è evoluto fra me Zamparini e Tedino – ha dichiarato il direttore sportivo al sito ufficiale della società rosanero - Un'operatività che dalla soddisfazione quindi dal punto di vista professionale sono stati sei mesi molto importanti alla luce poi di questo primo posto. Palermo é una città che sto imparando ad amare e che non conoscevo. I colori in special modo con questo mare ed il centro storico sono qualcosa di meraviglioso. Abbiamo stentato, sopratutto all'inizio, ma poi i ragazzi hanno mostrato grande attenzione nel lavoro dell'allenatore iniziando ad ingranare. Dobbiamo ancora migliorare nel non specchiarci sull'essere troppo belli in campo concedendo spazio all'avversario così come successo ad esempio con il Cesena ed il Pescara". 

"A gennaio mercato complicato"

"Mercato? Questo gruppo certamente è ciò che ci ha permesso di poter festeggiare e raggiungere determinati obiettivi. La disponibilità e il sacrificio da parte di tutti gli elementi, sia nuovi che già facenti parte della rosa, hanno fatto la differenza. L'apporto poi di quello 'zoccolo duro' di giocatori tenuti come affermato in sede di presentazione della stagione è sicuramente servito a fare il salto di qualità in un campionato difficile come questo. La finestra di gennaio é sempre complicata per le dinamiche che si sviluppano. Io però non sono particolarmente preoccupato perché come dicevo partiamo da un gruppo già forte e di cui sono orgoglioso dunque non avremo problemi ad agire in sede di mercato".

I più letti