Serie B, Carpi. Saric: "Qui sono felice, penso solo a migliorarmi"

Serie B

Il giovane calciatore biancorosso analizza il momento della squadra: "Era importante ricaricarci durante la sosta, con lo Spezia vogliamo dare un segnale importante". Poi sul suo futuro: "Non mi interessa il mercato, io qui sono felice e penso solo a migliorarmi"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Sedici presenze e due assist fino a questo momento in campionato, in una stagione che lo vede sempre più punto fermo del Carpi di Antonio Calabro: parliamo di Dario Saric, centrocampista classe 1997, tra le sorprese più belle della formazione biancorossa. "Vogliamo dare un segnale di essere la squadra che sappiamo essere. Lo Spezia viene da un periodo molto positivo, sono sicuramente una squadra forte e ambiziosa che verrà qui per vincere ma lo stesso vogliamo noi. Stiamo preparando bene la partita cercando di risolvere quanto non è andato nelle ultime partite. Difficoltà a concludere riscontrate nelle ultime gare? Non so dare una spiegazione ma stiamo lavorando col mister e con lo staff per risolvere questo problema da subito", le parole in conferenza stampa di Saric, che presenta così la sfida con lo Spezia, impegno che arriva subito dopo La sconfitta con il Novara nella prima gara dopo la sosta.

"Sosta? Importante per ricaricarci. Qui sono felice"

Saric analizza poi il momento attraversato dal Carpi: "Non so dire se abbiamo avuto vantaggi o svantaggi dalla sosta. Sicuramente i risultati stavano venendo, mentre alla ripresa del campionato abbiamo perso, ma a metà stagione era importante la sosta per ricaricarci fisicamente e mentalmente. Ci siamo allenati subito a mille per arrivare in fondo al massimo" ha aggiunto il classe 1997. Il centrocampista biancorosso ha poi proseguito: "Non so se la nostra sarà o meno una partita d’assalto, posso dire stiamo lavorando sul non abbassarci e riuscire ad alzare il pressing per conquistare palla più alti come ci chiede il nostro allenatore. Voci di mercato su di me? A me non è arrivata nessuna voce, io sono felice di essere qui, sono appena arrivato e anche se ci fossero voci non mi interesserebbero. So che devo crescere ancora tanto, ho 20 anni e tanti margini di miglioramento: sto lavorando sulle mie lacune per migliorare in ogni allenamento così da riuscire a dare una mano sempre più importante alla squadra", ha concluso Saric.

I più letti