Virtus Entella, duro KO col Foggia. Gatto: "Momento no"

Serie B

L'attaccante biancazzurro parla amaro dopo l'esordio: "Siamo stati sfortunato, ma ora abbiamo 19 partite per recuperare terreno". Pellizzer: "Momento difficile, ma la continuità può essere una ricetta per uscirne"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Una sconfitta che fa male, la seconda di fila (dopo il 2-0 di Perugia) nel 2018: la Virtus Entella si ferma ancora, questa volta nell’importantissima sfida-salvezza contro il Foggia, che ora va a +1 proprio dai liguri. 2-1 della squadra di Stroppa al Comunale di Chiavari, inutile lo sforzo nel finale di La Mantia per rimettere a posto il risultato. Contrariato Leonardo Gatto, che così ha parlato dopo l’esordio: "Dal momento complicato si esce allenandosi bene come stiamo facendo. Oggi la partita è stata quella che dovevamo fare. Loro fanno il primo tiro e la mettono sotto l'incrocio, noi facciamo il primo cambio e Davide si fa male dopo venti secondi, poi fanno il secondo gol in dieci. Ci sono altre diciannove partite ed il tempo per recuperare”. Sull’impatto con il gruppo: “La squadra è formata prima che da calciatori da bravissimi ragazzi. Sono qui da poco, non li conosco tutti bene però da quello che posso giudicare sono un ottimo gruppo. Ci sono le basi per salvarsi ed oggi, dopo una prestazione del genere, non ci sono alibi da cercare ma meritavamo almeno il pareggio. La prestazione c'è stata, ora abbiamo lo Spezia che è un derby. Durante il campionato ci sono quelle tre, quattro partite che si devono vincere”.

Pellizzer: "Non mollare è la ricetta"

Anche Michele Pellizzer ha detto la sua dopo il 90’: “Purtroppo è un momento difficile, ma ne ho passate anche di peggio. L'unica ricetta è continuare e pensare alla stessa maniera, ci dobbiamo salvare fino all'ultima giornata e dare di più. La partita si era incanalata su un pareggio e poi c'è stato un gran gol e ci siamo disuniti. Siamo rientrati bene nel secondo tempo ma poi sul 2-0 siamo ricrollati e non deve succedere. Infine abbiamo fatto gol, si è riaccesa la lampadina ed abbiamo rischiato di pareggiarla”. E ancora: “Dobbiamo essere noi a portare il pubblico dalla nostra parte con i risultati. Capisco e gli chiedo di starci vicino perchè tutti insieme possiamo uscirne”. Verso il derby: “è la partita giusta, quindi si prepara da sola, con più cattiveria. Se tutti mettiamo il cento per cento sicuro faremo una gran partita”, ha detto.

I più letti