Perugia-Palermo, Breda: "Non ci arroccheremo in difesa, ma metteremo in campo grande equilibrio"

Serie B

Partita complicate per il Perugia nella 26ª giornata del campionato di serie B, gli uomini di Breda affrontano al Curi il Palermo di Tedino, reduce dalla sconfitta casalinga subita contro il Foggia

Sette punti nel girone di ritorno fino all’ultimo pareggio imposto al Parma, il Perugia sembra aver ritrovato gioco e salute in queste ultime settimane. La prova del... dieci sarà quella contro il Palermo, atteso al Curi per la ventiseiesima giornata del campionato di serie B. Una gara alquanto complicata per gli uomini di Breda, che si affidano al tandem Cerri-Di Carmine (20 reti in due), quest’ultimo sedotto proprio dal Palermo nell’ultima finestra di mercato. Servirà il miglior Perugia per avere la meglio sui rosanero, come sottolineato dallo stesso Breda in conferenza stampa: "Dobbiamo pensare a fare la nostra gara, e i particolari ancor più di altre volte devono fare la differenza. Servirà tanta attenzione per limitare al massimo i rischi. Il nostro dovere è pensare alle giuste letture per non disperdere energie. Quel che dobbiamo guardare sono i risultati, il non vuol dire arroccarsi dietro, ma mettere in campo un grande equilibrio. Deve esserci intensità, ma organizzata e coordinata tra i reparti".

La sfida con Tedino

Un confronto inusuale quello tra Breda e Tedino: "Non l’ho mai incontrato, ma ho grande stima di lui visto che le sue squadre hanno mostrato una crescita importante. Sta gestendo molto bene questa nuova esperienza. L'assenza di Coronado? È uno dei giocatori più forti, la sua assenza è un fatto positivo. Hanno tante alternative, ma questo potrebbe portarli ad un atteggiamento diverso, con più equilibrio. Potrebbero essere più chiusi e compatti in certe zone del campo, ma non possono non tentare di vincere. Se ci saranno cambi? Vedremo. Il concetto di base è che sia in casa che fuori viaggiamo a due velocità. Bisogna raggiungere questo benedetto equilibrio al cospetto della squadra più forte della B, il che non voul dire che non possiamo fare bene. Sarà un bel banco di prova ed è nelle nostre corde poter fare una buona gara.  Non dobbiamo strafare ma rimanere in partita fino alla fine".

Le statistiche del match

Cosa succede alla corazzata Palermo? Due sconfitte di fila per i siciliani di Tedino, trend sconosciuto in precedenza e che costa il 3° posto a -3 dal tandem Empoli-Frosinone. Se capitan Nestorovski ha ritrovato un gol lontano oltre due mesi, lo stop casalingo contro il Foggia costa caro a Coronado fermato dal giudice sportivo. Rosanero obbligati a ritrovarsi al Curi contro il Perugia, 7 punti nel girone di ritorno fino all’ultimo pareggio imposto al Parma. Breda confida nel tandem Cerri-Di Carmine (20 reti in due), quest’ultimo sedotto proprio dal Palermo nell’ultima finestra di mercato. E se fosse lui a sancire la crisi di una dichiarata pretendente alla promozione?

I più letti