Ascoli, Cherubin e Rosseti lavorano a parte: assente Favilli

Serie B

Archiviata la sconfitta subita contro il Frosinone nel posticipo della 26ª giornata del campionato di serie B, l'Ascoli è tornato a lavoro per preparare il prossimo appuntamento contro il Cesena

Messa da parte la sconfitta subita contro il Frosinone, l'Ascoli è tornato subito al lavoro per preparare il prossimo impegno che vedrà gli uomini di Cosmi affrontare il Cesena. Una gara importantissima per i bianconeri, fermi al penultimo posto con una sola lunghezza di vantaggio sulla Ternana e a -6 dalla zona playout. L'obiettivo è ripartire, provando a conquistare punti pesanti per risalire la china e conquistare la permanenza in serie B. I problemi non mancano, dal momento che Cherubin e Rosseti continuano a lavorare a parte, mentre Favilli sta proseguendo la sua riabilitazione al ginocchio. "E' ripresa oggi pomeriggio al Picchio Village la preparazione dell'Ascoli, che sabato è atteso dalla sfida interna con il Cesena" si legge sul sito dell'Ascoli. "I calciatori impiegati ieri allo Stirpe col Frosinone hanno svolto un lavoro rigenerativo; tutti gli altri sono stati impegnati in un lavoro mirato ad obiettivi metabolici con possessi e partite Seduta differenziata per Cherubin e Rosseti. Assente Favilli, a Viareggio per la riabilitazione al ginocchio. Domani l'allenamento è fissato alle 10:30 al Picchio Village".

Le parole di Cosmi

La sconfitta contro il Frosinone non ha permesso all'Ascoli di muovere la classifica, ma Serse Cosmi è comunque soddisfatto della prestazione offerta dai suoi giocatori: "Devo dire che questa è stata la miglior partita da quando sono qui, considerando anche l'avversario che avevamo di fronte – ha dichiarato l'allenatore bianconero – Davanti dimostriamo evidenti difficoltà, ma abbiamo anche trovato un portiere che ha fatto una grande prestazione. Non do valore al possesso palla, ma la partita è stata sicuramente diversa rispetto a quella con l'Empoli". E il prossimo turno sarà fondamentale per l'Ascoli, atteso dal confronto diretto contro il Cesena, squadra che attualmente occupa uno dei due posti utili per i playout a 28 punti. Un'occasione importante per dimezzare lo svantaggio e rientrare in corsa per la salvezza. "La gara col Cesena ora sarà da dentro o fuori, dovremo farla nostra a tutti i costi. Sarà una partita delicata, da preparare bene. Sono venuto ad Ascoli soprattutto per i tifosi, li considero una cosa vitale per la città e la squadra. Sono convinto che faranno di tutto per aiutarci, sono orgoglioso di allenare l'Ascoli".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche