Carpi-Entella, Calabro: "Spirito giusto e umiltà"

Serie B

L'allenatore della formazione biancorossa presenta la sfida contro l'Entella: "Sarà una delle partite più difficili del campionato. Abbiamo lavorato molto sulla testa, non dobbiamo perdere l'umiltà e lo spirito che contraddistingue questa squadra"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Ripartire subito per lasciarsi alla spalle la pesante sconfitta di Foggia. Esame Virtus Entella da non fallire per il Carpi, che domani pomeriggio al Cabassi proverà a tornare al successo in campionato dopo il ko del turno precedente. "Mi aspetto una partita tra le più difficili. La Virtus Entella è una squadra sempre molto difficile da affrontare, nelle ultime gare sono passati a un 5-3-2 e hanno vinto a Terni e pareggiato in casa col Pescara. E’ un ambiente, quello di Chiavari, compatto a lottare per la salvezza e proprio come noi giocheranno col coltello tra i denti per raggiungere quell’obiettivo. Non dobbiamo perdere le misure tra i reparti, mantenere equilibrio", le parole di Antonio Calabro in conferenza stampa. L'allenatore del Carpi indica alla sua squadra la strada da seguire per ripartire subito: "Abbiamo lavorato soprattutto sulla testa,  gli ultimi risultati e il mercato possono aver fatto pensare a qualcuno che si possano vincere le partite senza fare prestazioni da Carpi, umili, della squadra che si deve salvare. E questo non deve accadere, dobbiamo giocare sempre come una squadra che si deve salvare, perchè il nostro obiettivo è arrivare il prima possibile a 50 punti", ha proseguito l'allenatore biancorosso.

"Non dobbiamo perdere la nostra identità"

Calabro torna a parlare della sconfitta di Foggia, analizzando il momento attraversato dal Carpi. "Dopo ogni partita, a prescindere dal risultato, ci troviamo con lo staff tecnico e dirigenziale per analizzare quelle che sono state le cose positive e negative. Anche nei risultati positivi bisogna sempre analizzare dove migliorare. Dopo Foggia abbiamo fatto alcune analisi: avevamo preparato la partita in un modo che si è visto solo nei primi minuti, poi ci siamo sfaldati e perso certezze e questo non deve accadere", ha aggiunto l’allenatore del Carpi. "Abbiamo un timbro e un dna che alleniamo durante la settimana e che non dobbiamo mai perdere in partita. Eravamo molto carichi prima della partita, ma ci sono dei momenti delle gare in cui devi far passare la tempesta e aprire l’ombrello, se non lo fai ti bagni", ha concluso Calabro.

I più letti