Ternana, Defendi: "Momento difficile, ma il miracolo è possibile"

Serie B

Il capitano degli umbri crede ancora nella salvezza dei suoi: "E' un momento difficile per noi e per i tifosi che li capisco, ma sono convinto che il miracolo è possibile. Dobbiamo restare il più concentrati possibile"

Nei momenti difficili è sempre il capitano a metterci la faccia. Sempre. E Marino Defendi non si tira indietro. Dopo la sconfitta contro il Bari e l'ultimo posto in campionato, la Ternana è sempre più giù. 22 punti e 9 lunghezze dalla zona salvezza. Così non va. E Defendi - dopo il 2-1 contro il Bari al Liberati - scende in zona mista e dice la sua. E' il capitano, ci mette la faccia. 

"Il miracolo è possibile"

"Ultimamente non ci gira bene perchè al primo errore ci puniscono. Dobbiamo migliorare la tensione in tutti i momenti della partita. Sapevamo di giocare contro una squadra forte ma abbiamo retto bene la partita al di la degli errori commessi, la reazione è stata positiva ma ormai non basta più, dobbiamo dare qualcosa in più. E' un momento difficile per noi e per i tifosi che li capisco, ma sono convinto che il miracolo è possibile. Dobbiamo essere più concentrati anche quando la tensione riesce a scemare come nei gol presi oggi. Le partite si accorciano, non possiamo permetterci più passi falsi". Prosegue Defendi, un commento sulla partita: "Di nuovo si è visto che la squadra è stata compatta, abbiamo concesso pochissimo a un Bari che lotta per la Serie A. Siamo stati corti, abbiamo tenuto bene la partita e abbiamo reagito bene anche sui gol. Dobbiamo metterci qualcosa  in più sull'aspetto mentale".

De Canio: "Sono nel posto giusto, sono convinto"

Non è stato un bell'esordio per De Canio, ma nonostante la sconfitta è convinto di essere nel posto giusto: "Il Bari è una squadra molto forte, una sconfitta oggi ci sta, vanno dati i meriti all'avversario. Questa squadra però non è andata mai allo sbando, sempre ben equilibrata in campo. Abbiamo pagato qualche disattenzione: nel primo gol Paolucci è scivolato. Ribadisco i meriti del Bari, non abbiamo avuto quel pizzico di fortuna che ci serviva. In classifica non è cambiato molto, sono ancora fiducioso". Prosegue De Canio in sala stampa: "Ho avuto un confronto con il patron Bandecchi e sono ancora più convinto di essere nel posto giusto e di avere a che fare con persone per bene. Si può sbagliare all'inizio, ma ho la massima fiducia. La sostituzione di Angiulli? Avevo bisogno di maggiore fisicità con Varone. In questo momento c'è anche un blocco psicologico e i giocatori hanno paura di sbagliare i passaggi, ho detto alla squadra di avere più coraggio. Non c'è stato il tempo di assimilare alcuni concetti".

I più letti