Virtus Entella-Cittadella, Aglietti: "Meritiamo rispetto, due rigori solari. Sono arrabbiato"

Serie B
aglietti_getty

L'allenatore biancazzurro contrariato dopo la sconfitta con il Cittadella: "Buona partita, ma l'arbitraggio non è stato all'altezza. Siamo comunque tutti uniti, non ci arrendiamo davanti a queste difficoltà"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Una sconfitta che non va giù ad Alfredo Aglietti, quella incassata dalla Virtus Entella contro il Cittadella. 1-0 per i veneti al Comunale, dopo una partita in cui - secondo l’allenatore biancazzurro - c’è stato più di un torto arbitrale nei confronti dei suoi, che restano ora a -2 dalla zona salvezza. “Non sono una persona che accampa scuse - ha detto nel post il tecnico dei liguri - Quando vinco e non merito lo dico, quando l'arbitro non ci concede qualcosa di solito non lo dico; però credo che adesso sia giunto anche il momento di parlare di certe situazioni che si verificano in continuazione qui a Chiavari. E questo non va bene. Meritiamo più rispetto, sono molto arrabbiato: non solo per gli episodi, ma per tutta la direzione di gara. Questa sera non ci sono stati concessi due rigori clamorosi. Detto questo, noi abbiamo regalato un tempo poi nel secondo tempo abbiamo fato bene e ci è mancato il gol ma questa è una costante”. Sulla mancanza di punti in casa: “Un po' di serenità in più non guasterebbe in questo momento - ha detto - Sapevamo che vincere stasera sarebbe stato importante e abbiamo iniziato un po’ piano. Il gol nasce da una palla inattiva fischiata generosamente e poi nasce da una situazione irregolare. Detto questo, era una partita da 0-0. Nella ripresa abbiamo giocato solo noi, abbiamo subito ripagato la vittoria di Terni”.

"Siamo tutti uniti, non ci arrendiamo"

ùParlando poi di turnover: “I ragazzi hanno riposto bene - ha continuato Aglietti - All’inizio eravamo molto contratti, poi nella ripresa abbiamo fatto un'ottima partita: i è mancato solo il gol. Siamo stati sfortunati, abbiamo sbagliato tanto a livello tecnico. Purtroppo se siamo in questa situazione di classifica sappiamo che in delle situazioni dobbiamo migliorare. Sicuramente siamo tutti uniti, non ci arrendiamo e non molliamo di un centimetro. Dico queste cose qua perchè sono molto arrabbiato. So quanto lavorano i ragazzi, quanto ci tengono, quanto ci tiene la società. Se perdo una partita quando merito di perderla non mi attacco a niente, non l'ho mai fatto. Però quando si perde così qualche rammarico c'è. Perchè non dipende solo da te. E' giusto farlo notare. Non deve essere uno scarico di responsabilità ma si deve far notare”. La prossima contro il Brescia: “Sarà uno scontro diretto. Oggi non hanno giocato e saranno, fra virgolette, più riposati di noi. Conterà lo spirito, la testa, lo stato d'animo. Dobbiamo recuperare energie fisiche e mentali, prepararci al meglio perchè sarà una battaglia”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche