Spezia, Gallo: "Certi stop possono essere costruttivi, restiamo compatti e ripartiamo"

Serie B

Lo Spezia cade in casa: non accadeva da settembre. Nel post-partita Gallo analizza con amarezza la gara, ma non vuole far drammi: "Ci hanno costretto a giocare male e non siamo riusciti ad adattarci. Faremo tesoro di questo KO"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Arriva la seconda sconfitta stagionale in casa per lo Spezia: a violare lo stadio "Picco" è il Cesena di Castori, che passa 2-1 con gol di Kupiz e Jallow; inutile il gol del momentaneo pareggio di Marilungo. In conferenza stampa Fabio Gallo ha commentato con amarezza l'andamento della Gara: "Il Cesena è stato bravo a farci giocare molto male, noi non siamo riusciti a invertire la rotta. Nel primo tempo è mancata la velocità sia in avanti che dietro; nel secondo tempo le cose sono un po' migliorate ma ci siamo fatti sorprendere da una situazione in cui il Cesena è abile ad essere pericoloso. Il loro gol del nuovo vantaggio è frutto di una serie di errori da parte nostra. Poi ci abbiamo provato fino alla fine, ma avremmo dovuto evitare di trovarci in questa situazione". L'analisi di Gallo continua concentrandosi sia sui meriti del Cesena, che i demeriti della sua squadra: "Il Cesena si è rintanato nella propria area, noi alla fine abbiamo provato ad aumentare il numero di giocatori dentro l'area avversaria. Una strategia che però non ha pagato".

"Certi stop possono essere costruttivi, ripartiamo da qui"

La sconfitta casalinga mancava da settembre, ma Gallo non vuole drammi: "Dobbiamo farne tesoro e guardare avanti, la prossima partita la giocheremo di nuovo qui e nuovamente contro una squadra che cerca punti per salvarsi. Ecco perché dico sempre che questo è un campionato difficile, in questa categoria non esistono impegni facili. Si può perdere contro tutti, per questo bisogna sempre essere al 100% fisicamente e mentalmente. Noi però vogliamo riscattarci, restare compatti. Non siamo riusciti ad adattarci alla situazione che ci ha imposto il Cesena, ma ripartiamo: certi stop possono essere anche costruttivi. L'importante è non puntare il dito contro nessuno, non è questo il momento".

I più letti