Cittadella, c’è la Cremonese per continuare a sognare

Serie B

La squadra di Venturato si trova al terzo posto in classifica con 48 punti. Merito di un attacco che è definitivamente esploso, di una difesa solida che ha corretto anche alcuni errori e di una maturità che aumenta giornata dopo giornata

Una cessione importante che poteva creare problemi all’ambiente ma che, ora si può dire, è stata positiva. Dopo aver salutato Litteri il Cittadella ha trovato un nuovo equilibrio e ora è vicinissima al primo posto della classifica di Serie B. La squadra di Roberto Venturato, più che una sorpresa è una costante conferma e anche nell’ultima gara ha messo in campo tutte le sue qualità per battere la formazione abruzzese. Vido-Kouamé-Chiaretti un terzetto d’attacco che difficilmente tradisce e che permette così a tutto l’ambiente di continuare a segnare. L’ivoriano, a segno anche nell’ultima gara giocata, si è creato il suo spazio e con quattro gol nelle ultime sei partite (9 totali in 29 match) è probabilmente la storia più bella di questa secondo parte di stagione. 8 presenze e un gol per Vido, 4 in 16 per Strizzolo. Numeri positivi per un organico che, più unito che mai, non intende assolutamente fermarsi. E in difesa? Statistiche molto positive anche in quel reparto, sono 33 i gol subito in campionato e la voglia di migliorarsi ancora, soprattutto in casa - come detto da Venturato - dove più volte alcune imprecisioni sono costate punti pesanti. 48 punti totali in classifica un terzo posto dietro alle “favorite”. Ma molte squadre sulla carta più forti il Cittadella se le è messe alle spalle.

Le parole di Settembrini

All’orizzonte c’è la partita contro la Cremonese - in programma sabato. All’andata fu sconfitta ma questa è un’altra squadra. Più sicura, più matura e più collaudata. La squadra quest’oggi è tornata in campo per una doppia seduta di allenamento (con inizio alle 10:30 quella mattutina e alle 14:15 quella pomeridiana) con l’obiettivo di arrivare al massimo alla prossima partita. Per la giornata di domani è prevista una gara amichevole contro la Marosticense per provare i meccanismi tattici da riproporre anche sabato. Il Citta vola e vuole continuare a farlo, continuando a pensar in grande. Così è anche per Andrea Settembrini che - dopo aver ipotecato la salvezza - ora sogna in grande: "Dove possiamo arrivare? Chissà, siamo carichi e vogliamo giocarci fino in fondo le nostre possibilità. Gli ultimi risultati ci hanno trasmesso una grande iniezione di autostima e credo che Empoli, Palermo, Frosinone e Bari si giocheranno la promozione fino all’ultimo, ma anche noi possiamo provarci, assieme a loro".

I più letti