Ascoli, Cherubin: "Credo nella salvezza, con la Ternana sarà decisiva"

Serie B

Parla il difensore bianconero: "Non giocavo da tanto tempo, con il Venezia ho retto 90 minuti. Mi piace parlare molto, soprattutto per dare consigli ai giovani. Credo ancora nella salvezza, con la Ternana sarà decisiva: una vittoria potrebbe sbloccarci dal punto di vista mentale"

Contro il Venezia ha fatto il suo esordio dopo l'arrivo nel mercato di gennaio, Nicolò Cherubin è un rinforzo per il finale di stagione dell'Ascoli. Serse Cosmi ha ritrovato un calciatore d'esperienza al centro della difesa, che potrà dare un grosso aiuto per la corsa salvezza. "Era da tanto tempo che non giocavo e sabato ho retto 90’ - ha dichiarato l'ex Verona sul sito ufficiale della società bianconera - Con Mengoni c’è sintonia, ci basta uno sguardo per capirci. Andrea guida in campo e cerca di dare sempre consigli, anche io sono uno che parla molto, è un mio modo di vivere la partita che mi è utile per tenermi sempre concentrato. Sono puntiglioso coi giovani, infatti mi hanno soprannominato 'il martello', cerco di trasferire la mia esperienza, di essere positivo e di comunicare nella maniera giusta. Se c’è da riprendere qualcuno lo faccio ma lo premio anche quando fa qualcosa di buono. Clemenza lo martello più di altri, è bravo, sa di avere qualità e cerco di fargli capire che non deve mai accontentarsi, deve sempre dare il 101% fin dagli allenamenti. Nella mia carriera una persona molto importante che ha rafforzato questo mio modo di fare è stato Giacobbo, era il mio capitano a Cittadella, mi ha dato moltissimi consigli. Io leader? Leader dobbiamo esserlo tutti in queste situazioni, non c’è uno che può vincere le partite da solo. Il gruppo sotto l’aspetto dell’impegno è inattaccabile, ma in queste situazioni ognuno deve dare quel qualcosa in più che ti fa fare la differenza, perché in momenti così rischi di pagare a caro prezzo anche il più piccolo errore".

"Contro la Ternana sarà decisiva"

L'Ascoli è ora ultimo in classifica al pari della Ternana e nella prossima giornata ci sarà proprio lo scontro diretto per la salvezza: "Credo nella salvezza e penso che se sabato riusciamo ad ottenere i tre punti questa squadra si sbloccherà mentalmente. Quando a gennaio sono arrivato all’Ascoli l’aria era già abbastanza tesa a causa della posizione di classifica; siamo in una situazione che i più giovani soffrono, ma solo coi risultati se ne viene fuori, dobbiamo portare a casa qualche vittoria. La gara con la Ternana sarà decisiva, ne siamo tutti consapevoli, noi più esperti dobbiamo essere bravi a mantenere un livello adeguato di tranquillità e la giusta tensione in campo. Ci stiamo preparando bene, soprattutto mentalmente. Gare così si preparano con coraggio, grande motivazione perché queste situazioni solo noi possiamo e dobbiamo cambiarle; quando ci sono i risultati si lavora meglio e finora i risultati non ci sono stati anche per colpa nostra. Con la Ternana siamo a pari punti, sarà un match decisivo per entrambe le squadre e che si potrà decidere anche con un episodio, non dobbiamo avere l’ansia di forzare le giocate, dobbiamo avere pazienza e compattezza e sfruttare le occasioni che capiteranno. I tifosi saranno molto arrabbiati, ma dobbiamo essere bravi noi ad invertire questo trend. Capisco la situazione negativa, ma solo tutti insieme possiamo uscirne, dobbiamo essere bravi a livello mentale perché è difficile giocare in queste situazioni. Non dovremo sottovalutare nulla".

I più letti