Parma, Ciciretti verso il recupero: a parte Scozzarella

Serie B
s_ciciretti

L’ex attaccante del Benevento ha lavorato ancora in parte con il gruppo e in parte con modalità differenziata mentre Matteo Scozzarella ha lavorato con modalità differenziata. Domani, vigilia della sfida contro l’Avellino, allenamento a porte chiuse e conferenza

Nuova giornata di allenamento per il Parma reduce dalla bella vittoria in rimonta contro il Foggia. La squadra allenata da Roberto D’Aversa questo pomeriggio si è allenata al Centro Sportivo di Collecchio in vista della gara contro l’Avellino in programma allo Stadio Partenio-Lombardi nella serata di giovedì 29 marzo: fischio d’inizio alle ore 20:30, oggi sessione di lavoro a porte chiuse pre Lucarelli e compagni. Come si legge sul sito della società emiliana, la squadra ha iniziato la seduta con un lavoro di core stability e di forza funzionale, proseguendo poi con un lavoro tattico ed una partitella finale. Per quanto riguarda i singoli, da sottolineare che Amato Ciciretti ha lavorato ancora in parte con il gruppo e in parte con modalità differenziata mentre Matteo Scozzarella ha lavorato con modalità differenziata. Per la giornata di domani, mercoledì 28 marzo e già vigilia della gara di Serie B ConTe.it, è previsto sempre al Centro di Collecchio un allenamento a porte chiuse, seguito alle ore 13:00 in sala media dalla conferenza stampa pre-match di Mister Roberto D’Aversa.

Chi invece ha già parlato nelle scorse ore è Emanuele Calaiò, che ha analizzato anche la sua convivenza in campo con Fabio Ceravolo in occasione dell’ultima gara giocata: "Mi sono trovato molto bene come ho sempre detto, lui è un destro e io un sinistro, lui attacca di più la profondità mentre io vengo più incontro e si è visto in due-tre opportunità in cui abbiamo adottato questo schema, ha messo lo zampino in quasi tutti i gol. Siamo contenti dell'approccio che abbiamo avuto nel secondo tempo con tutti i subentrati anche, quindi vuol dire che lo spirito di gruppo c’è. Con tutte queste partite ravvicinate ci sta che l’allenatore faccia delle scelte in base alla condizione fisica e faccia rifiatare chi ha sempre giocato. Non è un problema, l'importante è aver vinto. Con Dezi a fine partita non è successo niente. Sono cose che capitano in una gara tesa dopo la sconfitta di Chiavari, visto che non abbiamo chiuso la partita quando potevamo e per un attaccante c'è sempre la voglia di segnare per mettere il risultato ancora più al sicuro. E' un aspetto da migliorare nel nostro gioco, capitalizzare le occasioni create".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche