Foggia, Stroppa: "Parlare di playoff è prematuro"

Serie B
Stroppa_Twitter_Foggia

"Io continuo a guardare ai 50 punti perché dietro camminano e non si fermano. Adesso pensiamo a quello che possiamo fare considerato il posto in classifica che abbiamo raggiunto, abbiamo ancora dieci partite da disputare e vediamo cosa riusciremo a fare" ha detto l’allenatore

Il Foggia deve recuperare la 29a giornata di Serie B e domani è pronta a scendere in campo contro l’Empoli capolista. Vigilia di partita in casa rossonera, con Giovanni Stroppa che in conferenza stampa ha anticipato i temi della sfida: "Non dovremo concedere errori gratuiti e rimanere concentrati per tutta la gara. Questo sarà determinante. Giocheremo con lo spirito di affrontare la formazione più forte del campionato che viene da un trend importante e per noi è un ottimo banco di prova. Senza Donnarumma cambia poco perché hanno tanti calciatori di qualità, basti pensare che chi lo sostituirà - ovvero Rodriguez - ha fatto doppietta nell’ultima gara giocata. Di sicuro dobbiamo fare i conti anche su ciò che abbiamo speso in queste due gare a livello di dispendio energetico e non so se sarà facile affrontare la prima della classe. Sicuramente cercheremo di dargli fastidio e poi giocheremo allo Zaccheria ancora dove abbiamo invertito la marcia e che può darci una spinta in più. Cercheremo di muovere la classifica e di portare ancora qualche mattoncino sperando di approfittare del recupero che affronteremo lunedì pomeriggio. Questo avversario forte si può mettere in difficoltà come già facemmo all’andata. Dobbiamo pensare in positivo e fare la nostra gara come al solito. Loro hanno il centrocampo più forte della serie B nonostante le assenze".

Poi, sulla formazione: "In questo momento stiamo cercando di recuperare al meglio quelli che hanno giocato e vedere se riesco ad inserire qualche forza fresca e fare turnover. A poche ore dal match devo fare la conta e scegliere i calciatori più in forma che mi diano garanzie al cento per cento. Futuro? Ho un contratto ancora per la prossima stagione e per quello che sta succedendo a livello societario sono tranquillo perché la proprietà ci è sempre vicina. Il mercato di gennaio è stato determinante e di questi nuovi arrivi giocano sempre e solo tre e quindi i meriti vanno a chi c’era già ed il rammarico sta nei tanti punti persi per strada. Adesso abbiamo un equilibrio diverso e chi è arrivato ha dato autostima ai calciatori che avevo già a disposizione. L’idea di calcio parte dal lavoro settimanale che facciamo e non voglio modificare nulla anzi penso sempre a migliorare curando quelli che sono i difetti o quello che non è riuscito durante le gare precedenti. Credo che parlare di play-off sia prematuro ma io continuo a guardare ai 50 punti perché dietro camminano e non si fermano. Adesso pensiamo a quello che possiamo fare considerato il posto in classifica che abbiamo raggiunto. Se abbiamo buttato via tanti punti forse ce lo siamo anche meritati. Abbiamo ancora dieci partite da disputare e vediamo cosa riusciremo a fare, da qui a fine aprile giocheremo ogni tre giorni e non è semplice a questi livelli quindi tutto quello che porteremo in cascina sarà tutto di guadagnato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche