Virtus Entella, Gozzi: "Fiducia ad Aglietti, la squadra non andrà in ritiro"

Serie B
gozzi_entella_twitter

Il presidente biancazzurro conferma Aglietti dopo il brutto KO di Cesena: "Abbiamo fiducia in lui, dobbiamo stare vicini alla squadra. Ritiro? Non serve aggiungere altro carico"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Una batosta, quella maturata a Cesena, che fa ripiombare nell’ombra la Virtus Entella. 3-0 per i bianconeri nella sfida-salvezza del Manuzzi: la squadra di Alfredo Aglietti mai in partita, fin dalle prime battute della gara. Prova negativa, secondo KO dopo quello - comprensibile - col Palermo. E adesso una classifica che torna a essere difficile, anche se la zona di tranquillità è a solo un passo di distanza. È ottimista, nonostante la prestazione insufficiente di Cesena, il presidente del club ligure, Antonio Gozzi, che così si è espresso ai microfoni del Secolo XIX: “Mister Aglietti ha tutta la nostra fiducia, bisogna stare vicini ai ragazzi. Andare in ritiro? Aggiungere ulteriore carico non garantisce automaticamente un risultato”.

Aglietti: "Se giochiamo così non ci salviamo"

Ritiro scongiurato, dunque, anche se servirà molto nelle prossime settimane di più per tirarsi fuori dall’agguerrita lotta per non retrocedere. Lo sa bene Alfredo Aglietti, allenatore biancazzurro, che ha commentato in questo modo la sfida del Manuzzi: “La prestazione è stata totalmente negativa e cui mi assumo io tutte le responsabilità. Quando si viene a giocare una partita del genere e l'atteggiamento è questo, sicuramente anche io non sono stato bravo a far capire la squadra che dovevamo avere un appiglio e una cattiveria diversa. Non c’è stato niente da salvare. L'unica scusante che possiamo avere è che in questo ultimo mese abbiamo speso a livello psicofisico tantissimo e la squadra non è stata brillante né fisicamente né mentalmente”. Sulla salvezza: “È normale che abbiamo perso questa partita, ma la lotta per salvarci deve continuare”. Settimana prossima l’Avellino, appaiato all’Entella in classifica: “Sarà un altro scontro diretto. Inizia oggi un mini torneo di otto partite in cui avremo quattro, cinque scontri diretti e toccherà a noi. Se l'atteggiamento è questo sarà difficile farcela, se l'atteggiamento sarà quello visto nelle partite precedenti a questa la fiducia deve essere diversa”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche