Ternana, stop per Albadoro e Signorini

Serie B

Nell’allenamento pomeridiano di oggi, finalizzato al giro palla a un tocco, l’allenatore non ha avuto a disposizione i due giocatori mentre era a presente Brevi che ha smaltito i suoi problemi fisici. Contro il Novara possibile che venga scelto un 4-3-1-2

Proseguono i lavori della Ternana in vista del prossimo impegno in calendario contro il Novara sabato alle ore 15. Quest’oggi la squadra è stata impegnata in un allenamento pomeridiano a cui non hanno preso parte Albadoro e Signorini, rientrato negli spogliatoi per alcuni problemi fisici che verranno valutati meglio nelle prossime ore. Così Luigi De Canio ha guidato i suoi ragazzi in una serie di esercizi: un iniziale giro palla per i rossoverdi, che hanno lavorato a metà campo. Presente anche Brevi, tornato in campo dopo aver smaltito le sue noie fisiche. L’allenamento odierno era finalizzato al giro palla a un tocco - come informa lo stesso club - e l’allenatore ha fatto particolare attenzione ai movimenti dei suoi giocatori. Prime prove di formazione anche in vista della gara contro la formazione piemontese, con l’allenatore che probabilmente affronterà con un 4-3-1-2. Vitiello e Favalli dovrebbero essere gli esterni di difesa, mentre Signori, Paolucci e Defendi dovrebbero essere titolari a centrocampo con Tremolada sulla trequarti, dietro alla coppia di attaccanti formata da Montalto e Carretta.

L’obiettivo è quello di ripetere quanto di buono fatto nell’ultima partita per trovare ancora punti molto pesanti in ottica salvezza. Della prestazione contro il Cittadella è tornato a parlare anche Mirko Carretta: "Se da qui alla fine del campionato giochiamo tutte le partite come abbiamo giocato sabato scorso con il Cittadella abbiamo il 90% di possibilità di raggiungere i playout - ha dichiarato l’attaccante - ma ora dobbiamo accantonare questa vittoria e pensare solo alla prossima partita contro il Novara, non possiamo permetterci passi falsi. Cosa ci chiede e cosa ci dà De Canio? Il mister punta a non farci mai staccare la spina e a tenere alta la concentrazione: non vuole abbassamenti di tensione perché non abbiamo fatto nulla, dobbiamo continuare a lottare", ha poi concluso Carretta, che contro la formazione di Venturato sabato scorso è partito titolare e si è reso protagonista di un ottimo match. Ora c’è l’esame Novara da superare.

I più letti