Pro Vercelli, Grassadonia: "La squadra è matura, vogliamo vincere"

Serie B
Gianluca Grassadonia, allenatore della Pro Vercelli (getty)
grassadonia_getty

L'allenatore dei piemontesi alla vigilia del derby con l'Entella: "Nessuna delle due può sbagliare, si deciderà sugli episodi. Il caldo può incidere, ho le idee chiare su chi giocherà"

SERIE B, CALENDARIO E ORARI DELLA 37^ GIORNATA

La brillante vittoria per 3-1 contro il Pescara (la prima dal 3 febbraio) ha riacceso le speranze della Pro Vercelli, capace di riagganciare la Ternana al penultimo posto della classifica di B e di portarsi a soli 3 punti dalla zona playout. Ora, la squadra di Gianluca Grassadonia, è pronta a giocarsi le sue carte in un derby che si prevede tesissimo: di fronte, al Comunale di Chiavari, una Virtus Entella anch’essa in piena zona rossa: “Sarà una partita che si deciderà sugli episodi - ha ammesso l’allenatore dei piemontesi nella conferenza stampa della vigilia - Loro hanno dichiarato che non hanno alternative alla vittoria, da questo si capisce ancor più l’importanza della gara. Domani è importante per entrambe. Primo caldo? Può incidere, fa molto caldo. A questo associamo anche la tensione, che porta via energie mentali e nervose: ma la squadra è matura e serena, faremo sempre la nostra partita”.

"Ho le idee chiare. Mammarella sta pagando la stanchezza"

Sugli indisponibili, Grassadonia ha poi detto: “Partiamo in 25, rimangono fuori Grossi, Morra, Bertosa e Kanoute. Poi avrò ancora domani per fare le ultime valutazioni. Qualcuno è stanco, giocheremo con grande compattezza. Turnover? Chi è proprio stanco sarà valutato fino all’ultimo: ma ho le idee chiare su quello che sarà. Al di là del modulo serviranno l’intensità e la determinazione che metteranno in campo i ragazzi”. Su Mammarella: “Sta pagando un po’ la stanchezza, ma non abbiamo un sostituto: chi è arrivato si è infortunato e domani Bertosa giocherà con la Primavera. Carlo stringerà i denti e sarà in campo. Rovini? Deve migliorare dal punto di vista dell’intensità: quando parte da esterno è sacrificato, ma ha quella posizione nelle corde. Ci tornerà utile nel finale di stagione. Ritrovando l’intensità, ha il passo per fare l’esterno, a differenza di Reginaldo che in questa fase della sua carriera deve giocare centrale”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport