Ascoli, Cosmi: "Testa e coraggio per vincere la gara, la salvezza sarebbe un'impresa"

Serie B

L'allenatore bianconero dopo la vittoria di Cremona: "Dopo lo svantaggio c'è stato un attimo di sbandamento, poi la squadra si è ripresa e ha messo testa e coraggio per vincere questa partita. La salvezza sarebbe un'impresa"

Pesante successo per l'Ascoli, che ritrova il sorriso vincendo 1-2 sul campo della Cremonese. Decide la doppietta di Gaetano Monachello, che ribalta l'iniziale vantaggio segnato da Camara. Tre punti pesantissimi per i bianconeri, ora a -1 dalla salvezza diretta. Ovviamente soddisfatto Serse Cosmi: "All'inizio il gol della Cremonese mi aveva un po' preoccupato e infatti abbiamo avuto un po' di sbandamento, ma poi pian piano abbiamo preso campo e abbiamo iniziato a creare – ha dichiarato l'allenatore bianconero a Sky Sport - Dopo il rigore la squadra è stata più equilibrata e convinta delle proprie possibilità, oggi ha messo in campo testa e coraggio per portare a casa la vittoria. Nella ripresa siamo entrati in campo col piglio giusto, è nato il 2-1 e poi in 10' abbiamo avuto tre occasioni clamorose per incrementare il vantaggio. Ora conterà fare risultato col Perugia e negli altri scontri diretti e la salvezza sarebbe come un'impresa".

Monachello: "Salvezza? Dipende tutto da noi"

Grande gioia anche per il protagonista di giornata, Gaetano Monachello: "La cosa più importante è la salvezza dell'Ascoli, la strada è ancora lunga, ma fortunatamente abbiamo degli scontri diretti e quindi dipenderà da noi – ha dichiarato l'attaccante - Il rigore? Stamattina ho visto i penalty subiti dal portiere della Cremonese e in quale lato in genere si butta, è andata bene. A dirla tutta all'inizio la gara non si era messa bene, ma poi siamo stati bravi a ribaltarla. Faccio i complimenti alla squadra e a Nacho Varela, che mi dà una grandissima mano e oggi mi ha permesso di segnare, ci intendiamo al volo, ha corso tantissimo e speravo facesse gol anche lui. In settimana abbiamo lavorato tantissimo dal punto di vista fisico, sulle ripartenze e sulla brillantezza. Faccio anche i complimenti a Florio, che finora ha giocato pochissimo, ma appena è stato chiamato in causa si è procurato un rigore di esperienza. Come lui ci sono altri ragazzi in panchina che sono poco utilizzati, ma che si faranno trovare altrettanto pronti. Per questo è stata la vittoria del gruppo. Il prossimo match col Perugia sarà difficilissimo perché è una squadra che lotta nella parte alta della classifica, poi il Mister è perugino e ha fatto la storia del Perugia, sarà un  ulteriore stimolo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche