Cittadella, Salvi: "Il momento difficile è alle spalle"

Serie B

Il difensore granata: "Era un periodo un po’ così, in cui c’erano le prestazioni ma non arrivavano grandi risultati e non raccoglievamo quanto seminato. Questa partita vinta è fondamentale, era un po’ uno spartiacque per metterci alla prova e direi che abbiamo risposto alla grande all’appello"

Tra la vittoria contro la Salernitana e la gara contro il Foggia, il Cittadella di Roberto Venturato continua a sognare la promozione in Serie A. Un obiettivo dichiarato, i granata vogliono altri punti nel prossimo match per continuare a sperare nei playoff. Di questo e non solo ha parlato a Il Mattino di Padova il difensore Alessandro Salvi; queste le sue dichiarazioni: “Torniamo da Salerno dove abbiamo trovato un campo ostico e un ambiente sicuramente caldo, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile soprattutto per l’ambiente, loro erano in un momento abbastanza positivo ma non entusiasmante e vincendo avrebbero potuto mettere un punto fermo sulla salvezza. Noi siamo stati bravi a muovere bene la palla, a dare ampiezza e a non lasciare punti di riferimento, soprattutto nel primo tempo i nostri avversari non ci hanno capito granché. Forse da parte nostra c’è stato qualche errore che poteva riaprire la gara, ma penso che la vittoria sia meritata. Sono molto contento del mio ritorno in campo e del gol, ringrazio l’allenatore per avermi messo in campo perché non me l’aspettavo dopo che ero fermo da tre settimane, in più ho fatto gol e la soddisfazione è massima. Dispiace per il rigore sbagliato ma sono cose che capitano, se non l’avessi tirato non l’avrei sbagliato…”.

“Questo è stato il mio quinto gol stagionale, magari ho più convinzione rispetto agli altri anni in cui si giocava con moduli diversi e nei quali si spingeva meno. Quest’anno sono propositivo ma penso che sia la testa a far tutto, non bastano i piedi: in passato non andavo praticamente mai a saltare in area e questo cambio di mentalità mi sta aiutando in fase realizzativa. Spero e credo che il momento difficile sia alle spalle. Era un periodo un po’ così, in cui c’erano le prestazioni ma non arrivavano grandi risultati e non raccoglievamo quanto seminato. Sono convinto che questa partita vinta sia fondamentale, era un po’ uno spartiacque per metterci alla prova e direi che abbiamo risposto alla grande all’appello. Sabato la partita sarà difficilissima, già quando avevamo incontrato il Foggia all’andata, al di là della vittoria nostra, il Foggia aveva impressionato. Ha giocatori molto bravi individualmente ed è una compagine che gioca a calcio come noi , sarà una partita aperta. Giochiamo in casa dove quest’anno stiamo incontrando qualche difficoltà rispetto alle trasferte, ma è la partita che può darci un’ulteriore spinta: vincendo staccheremmo proprio i rossoneri e penso che sia la partita più importante degli ultimi mesi”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche