Perugia, Breda: "Ad Ascoli conteranno le motivazioni, vogliamo riscattarci dopo il ko con la Ternana"

Serie B
breda_getty

L’allenatore del Perugia è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match contro l’Ascoli, valido per la trentottesima giornata del campionato di serie B

La sconfitta nel derby fa ancora male, soprattutto per il modo in cui arrivata. Prima il 2-0 firmato Di Carmine, poi la pazzesca rimonta della Ternana che ha gelato lo stadio Curi. Adesso però è tempo di guardare avanti per il Perugia, atteso dalla trasferta di Ascoli, dove sbagliare sarà vietato. Roberto Breda non vuole fallire l’obiettivo playoff, ma deve fare i conti con un’infermeria piena che, negli ultimi giorni, ha registrato anche l’ingresso di Bandinelli. "Filippo ha terminato purtroppo la stagione, così come anche Dellafiore. Ha avuto un contrasto normalissimo, ma il peso caricato sulla gamba lo ha penalizzato. Ha avvertito immediatamente dolore, capendo subito la gravità dell’infortunio. La sua perdita è un vero peccato, perché ha sempre fornito ottime prestazioni. Magnani è recuperato, così come Del Prete e Belmonte che saranno della partita. Il ko con la Ternana? Abbiamo pensato di vincere, ma gli errori commessi hanno fatto la differenza. Certe disattenzioni non le abbiamo mai avute, rivedendole ci siamo detti come è stato possibile commetterle. Ogni sconfitta ci impone di imparare sempre, questa volta possiamo dire che la partita l’abbiamo persa perché non siamo stati razionali e lucidi".

"Bisogna reagire"

Roberto Breda poi chiama la squadra a raccolta, chiedendo una pronta reazione al ko con la Ternana: "Molte volte abbiamo dimostrato di saper reagire, adesso è il momento di farlo di nuovo anche perché i tifosi sono molto delusi. Avrei certamente preferito fare il derby con qualche alternativa in più, io sono sempre per trovare soluzioni. Dellafiore non c'è, abbiamo avuto un brutto colpo ma dobbiamo subito reagire e trovare le soluzioni. Questa è una squadra che sta lottando per una cosa importante, con chiunque c’è. Ad Ascoli conteranno anche le motivazioni. Loro sono molto aggressivi in casa, dobbiamo controbattere la questione ambientale e anche tecnica, sapendo i loro limiti. Con la voglia di aiutarci e sacrificarci e far male quando potremo, sapendo che il gol lo possiamo fare sempre. Mi fido della mia squadra, sono convinto che faremo una grande partita".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche