Perugia, Breda: "Due punti persi"

Serie B

L’allenatore in conferenza: "La lotta per il secondo posto, per la promozione diretta, è una bagarre - come nelle zone salvezza - senza esclusione di colpi, e non dobbiamo mollare. Intanto pensiamo ad agguantare i playoff, poi vedremo"

Con un grande protagonista come Alberto Cerri il Perugia pareggia 2-2 contro l’Ascoli al Del Duca. La formazione allenata da Roberto Breda sale così quota 58 punti - momentaneamente al settimo posto della classifica di Serie B. Rallenta la corsa della squadra umbra verso i playoff, dopo il ko nel derby il Perugia riesce comunque a ritrovare punti. Dopo il fischio finale l’allenatore ha parlato così della gara e del risultato. Queste le parole di Breda: "Oggi sono punti persi. Sul primo gol ci sono stati degli errori, ma fanno parte del gioco. Nel secondo tempo abbiamo giocato col piglio giusto e potevamo farne anche tre. Sul 2-2 abbiamo sbagliato una cosa che si somma agli errori che nelle ultime partite ci stanno costando caro. Spiace per i punti persi, ma non è il momento di dire chi manca e chi non manca. Dobbiamo giocare le gare fino all’ultimo. Senza concedere occasioni all’Ascoli abbiamo subito due reti. Oggi fatti errori molto particolari, soprattutto nel secondo gol. Oggi c’è stata la voglia di vincere fino alla fine, l’atteggiamento è stato quello giusto. Dobbiamo integrare Diamanti e le sue qualità con le nostre abitudini che ci hanno fatto vincere molte partite".

"Come si può mettere in dubbio il fatto che vogliamo andare in Serie A? Mi viene da ridere. Abbiamo fatto un campionato particolare, ma la B è questa. La A ci cambia la carriera a tutti, la società avrebbe ritorni economici importanti. Siamo partiti bene, abbiamo segnato, poi ci siamo abbassati e l'Ascoli ha fatto girare palla pur non creando grandi occasioni. Secondo tempo tutta altra storia, contento per la prestazione ma in fin dei conti abbiamo sprecato molte chance e regalato due gol. Le sconfitte di Parma e Frosinone potevano agevolarci, ma purtroppo torniamo a casa con il bottino a metà. Diamanti è un giocatore importante, oggi lo abbiamo saputo utilizzare, ed ha girato bene tutta la squadra. Bene tutti, rammaricato solo per il risultato, ripeto. La lotta per il secondo posto, per la promozione diretta, è una bagarre - come nelle zone salvezza - senza esclusione di colpi, e non dobbiamo mollare. Intanto pensiamo ad agguantare i playoff, poi vedremo".

I più letti