Cesena, Castori: "Fatto quello che dovevamo"

Serie B
L'errore di Coronado dal dischetto ha lasciato sullo 0-0 la gara tra Palermo e Cesena (LaPresse)

"Non ci sentiamo ancora salvi, manca ancora un punto e anche contro la Cremonese manterremo alta la concentrazione cercando di guadagnarci in campo e davanti ai nostri tifosi punti salvezza" ha dichiarato l’allenatore dopo il pari

Il Cesena conquista un punto importantissimo al Barbera contro il Palermo, i bianconeri riescono a mantenere l’equilibrio fino alla fine nella gara terminata poi 0-0. La formazione guidata da Fabrizio Castori prolunga così il suo momento positivo e si porta così a quota 47 punti in classifica in attesa di incontrare la Cremonese nell’ultima giornata in programma. Dopo il fischio finale lo stesso allenatore bianconero ha parlato così: “Oggi dovevamo prendere un punto e abbiamo avuto l’umiltà di pensare che non potevamo affrontare il Palermo a viso aperto. Ci siamo messi dietro, ognuno fa la sua partita e abbiamo portato a casa un punto fondamentale per la nostra stagione. Secondo me il Palermo sulla sinistra è molto forte con Aleesami e Coronado, andavano limitati vista la loro grande corsa e dovevamo essere bravi a raddoppiare. Dovevamo limitare le giocate più pericolose. Cascine? Brutta distorsione alla caviglia, si fa fatica a giudicarla; ha offerto una prestazione davvero ottima riuscendo a fare perfettamente da filtro. Il Palermo oltre al calcio di rigore non ha avuto tante occasioni per far gol. Non ci sentiamo salvi, non voglio fare conti e non dobbiamo sbagliare a pensare già di aver un punto in più contro la Cremonese”.

“Affrontavamo una gara difficile contro una squadra fortissima e molto umilmente abbiamo fatto quello che dovevamo fare per portare a casa un punto prezioso - ha aggiunto - eravamo consapevoli di non dover rischiare di giocare a viso aperto. Vita pronto a raddoppiare su Coronado? Ho pensato di limitare le giocate Coronado, giocatore sprecato per questa categoria, inserendo un ragazzo di grande gamba come Alessio. Ha giocato una gara di contenimento e grande sacrificio. E’ stata questa la chiave. Questa squadra ha la capacità di soffrire e la volontà di uscire bene da situazioni che potevano diventare pericolose. Oggi abbiamo disputato una prova caratterizzata da grande attenzione e compattezza da parte della squadra, il Palermo a parte il calcio di rigore non ha avuto altre occasioni. Non ci sentiamo ancora salvi, manca ancora un punto e anche contro la Cremonese manterremo alta la concentrazione cercando di guadagnarci in campo e davanti ai nostri tifosi punti salvezza".