Carpi, si decide il futuro di Calabro

Serie B

Dopo l'ultima gara della stagione contro il Bari, Calabro ha ringraziato la società e lo staff: parole d'addio? Nei prossimi giorni si deciderà il futuro dell'allenatore che ha lasciato più di un dubbio sulla sua permanenza in biancorosso

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DI SERIE B

CLICCA QUI PER TUTTI GLI HIGHLIGHTS

"Desidero ringraziare la società per l'opportunità che mi ha dato, mi hanno messo a disposizione ragazzi eccezionali e insieme allo staff siamo riusciti a portare a casa l'obiettivo salvezza", parla così Antonio Calabro dopo la gara del San Nicola contro il Bari, persa per 2-0 dalla sua squadra. L'allenatore del Carpi analizza così la sconfitta: "Eravamo molto motivati e credo si sia visto in tutta la partita. All'inizio abbiamo avuto tre occasioni nitide per passare in vantaggio: la traversa di Garritano, la chance con Melchiorri e prima ancora con Garritano lanciato a rete. Col Bari non devi concedere niente facendo una grande fase difensiva: abbiamo concesso un filtrante e un tiro da 20 metri e ci hanno punito. Nel secondo tempo non dovevamo sbilanciarci perchè loro sono molto bravi a imbucarti. Il Carpi ha dato grande dimostrazione di serietà e del perchè si è salvato con dieci giornate d'anticipo, con ragazzi eccezionali che hanno onorato la maglia fino alla fine nonostante il risultato ci veda sconfitti", le parole dell'allenatore del Carpi.

Calabro, un futuro tutto da decidere

Antonio Calabro che ha poi proseguito nella sua analisi: "Pasciuti ha dato forfait nel riscaldamento, Sabbione ha chiesto il cambio dopo mezz'ora e nonostante Mbakogu non avesse più di mezz'ora nelle gambe l'ho messo in campo subito. Sono state defezioni che si sono sommate alle tante che già avevamo", le parole dell'allenatore del Carpi. Una stagione conclusa con l'obiettivo salvezza centrato, ma quale sarà adesso il futuro di Antonio Calabro? Il primo nodo da sciogliere in casa biancorossa è proprio relativo all'attuale tecnico. Che nel corso della conferenza stampa prepartita ha lasciato più di un dubbio sulla sua permanenza a Carpi: "Non era facile prendere l'eredità di Castori, era un anno difficile. A Carpi lascerò comunque un pezzetto di cuore. A prescindere se sarà l'ultima per me o no col Carpi, ringrazio la società per l’opportunità che mi ha dato e lo staff tecnico che mi è sempre stato vicino. Rimpianti? Il non essere stato tanto apprezzato dai tifosi come mi è successo in passato per la mia grinta e il mio carattere, ma li ringrazio perchè sono stato accolto benissimo”, ha affermato Calabri. Che, nei prossimi giorni, chiarirà con la società il suo futuro.

I più letti