Spezia, lascia il ds Andrissi: "Onorato di aver lavorato qui"

Serie B

Nonostante l'offerta di rinnovo, Andrissi ha deciso di separarsi dallo Spezia: "Una scelta sofferta, questa è stata la pagina più importante della mia carriera. Ringrazio di cuore tutti, questa è una piazza che ti entra dentro"

Dopo soltanto un anno, si separano le strade di Gianluca Andrissi e dello Spezia. Il ds ha annunciato l'addio, nonostante l'offerta di rinnovo presentata dalla società. "Lo Spezia Calcio Srl comunica che Gianluca Andrissi non sarà il DS della prossima stagione sportiva nonostante l’offerta di rinnovo presentata dal club bianco - si legge sul sito ufficiale - "Ad Andrissi va il ringraziamento per la professionalità la competenza e la dedizione dimostrate in questo anno di proficua collaborazione, culminato con il raggiungimento dell’obiettivo stagionale fissato, unitamente agli auguri di un futuro denso di soddisfazioni e successi".

"Magari non sarà un addio, ma solo un arrivederci"

Anche il ds ha voluto salutare e ringraziare lo Spezia, senza però spiegare i motivi dell'addio ma lasciando una porta aperta per il futuro. Lo ha fatto tramite una lettera anch'essa pubblicata sul sito ufficiale della società: "Oggi si chiude una delle pagine più importanti della mia carriera - scrive Andrissi - Lasciare lo Spezia dopo un anno è davvero una scelta sofferta. Questa è stata una stagione intensa, vissuta tutta d’un fiato. Spezia non è e mai sarà una piazza come le altre; Spezia ti entra dentro e sono davvero onorato di aver fatto parte di questa grande famiglia. Voglio ringraziare di cuore tutti, dal Presidente Onorario Gabriele Volpi al Presidente Stefano Chisoli per l’opportunità che hanno voluto darmi e per la stima dimostrata; un caloroso saluto all’AD Micheli e a tutti i vicini di scrivania del Ferdeghini, al mister Fabio Gallo, allo staff tecnico, a quello medico, ai magazzinieri, al Settore Giovanile, ai custodi, a tutti coloro che in questi mesi mi hanno fatto sentire parte di un bel gruppo. Un forte abbraccio a tutti quei tifosi che vivono per questa maglia e che la amano incondizionatamente. Magari - conclude - questo non sarà un addio, ma solo un arrivederci".

I più letti