Frosinone, seduta vista playoff: il presidente Stirpe in tribuna

Serie B

I ragazzi di Longo hanno ripreso ad allenarsi in vista della semifinale playoff contro la vincente tra Cittadella e Bari (in programma domenica sera): presente in tribuna il presidente Stirpe per caricare la squadra

Sta per arrivare l'ora della verità. Il Frosinone ci crede e vuole la promozione, brama di riscattare il mancato accesso alla Serie A. Lo Stirpazo fa ancora male, è normale. sarà sempre una ferita aperta per i ragazzi di Longo. Ma bisogna reagire, tant'è che a Ferentino - nel centro sportivo del Frosinone - è arrivato anche il presidente Stirpe, pronto ad incitare la squadra in vista della prossima sfida. In casa Frosinone è tornato l'entusiasmo che mancava. 

Dionisi: "Alla ripresa è stata dura"

Federico Dionisi è il simbolo di questo Frosinone. Uomo squadra, uomo spogliatoio, bomber, uno dei giocatori più rappresentativi della squadra di Longo. Quest'anno, per lui, è stato un po' difficile ricominciare come al solito, soprattutto a causa della scomparsa di suo padre. Col tempo - e con i gol - Dionisi è tornato in auge, spinto dai suoi tifosi. Dallo Stirpe. Contro il Foggia c'era anche lui in campo, è stato uno dei primi a piangere, ma adesso predica calma, intervenuto in sala stampa per caricare l'ambiente in vista dei playoff: "Il primo giorno di allenamenti è stata dura, io arrivavo da Rieti e nel viaggio ripensavo a quei brutti momenti. Quando siamo scesi in campo abbiamo da subito provato a voltare pagina. Ripeto, il nostro obiettivo e quello di arrivare al 6 giugno nel migliore dei modi". Capitolo formazione, Dionisi è stato schierato in un altro ruolo: "Nelle ultime gare avevamo bisogno di avere un grande peso offensivo, quindi Longo ha scelto di schierarmi largo nel 4-2-3-1.  Credo sia stata la scelta giusta in quel frangente. Ora le cose sono cambiate, stanno cercando la soluzione più adatta per noi. Ci siamo sempre messi a disposizione dell'allenatore e credo che lui sappia quale siano le migliori soluzioni da adottare". 

I più letti