Palermo, Stellone: "Siamo concentrati, giochiamo senza calcoli"

Serie B
stellone_tw

L'allenatore rosanero alla vigilia della semifinale playoff contro il Venezia: "Non bisogna fare calcoli, giochiamo questi 180 minuti con concentrazione. Affrontiamo un avversario di tutto rispetto, ma possiamo fare grandi cose"

IL PROGRAMMA DELLE SEMIFINALI

SERIE B, IL TABELLONE DEI PLAYOFF

Il momento tanto atteso è finito. Dopo aver perso la promozione diretta all'ultima giornata, il Palermo ora cerca la Serie A attraverso i playoff. L'ostacolo da superare in semifinale si chiama Venezia, la squadra di Pippo Inzaghi ha vinto contro il Perugia e ora si prepara ad affrontare i rosanero. Roberto Stellone è carico in vista dell'appuntamento: "Affrontiamo una squadra organizzata, che ha vinto meritatamente contro il Perugia – ha dichiarato in conferenza stampa l'allenatore del Palermo – Bisogna rispettare il Venezia, ma noi possiamo far bene e metterli in difficoltà. Però non bisogna fare i calcoli, dobbiamo ragionare nell'ottica dei 180 minuti: sarà un aspetto fondamentale. Ai playoff il fattore mentale è fondamentale, così come quello fisico. Poi ci sono gli episodi e la fortuna che giocano un ruolo chiave. Noi siamo concentrati, siamo migliorati tanto nelle ultime settimane".

"Giocheremo per attaccare. Futuro? Penso solo ai playoff"

Sulla formazione, aggiunge: "Non so ancora come giocheremo, certamente sarà per offendere e non per difenderci – prosegue Stellone – In attacco Nestorovski e La Gumina possono ancore giocare insieme, ma ho anche Coronado, Moreo e Trajkovski quindi c'è l'imbarazzo della scelta. Dovremo essere bravi a non farci sorprendere in contropiede e ad essere concentrati sulle palle inattive, visto che è un loro punto di forza. Da parte dei ragazzi ho visto tanto spirito di sacrificio, in un mese si può fare quel che non si è fatto in un anno. Ritiro? Non ci siamo allontanati per le pressioni, abbiamo lavorato con tranquillità al Tenente Onorato. Poi siamo venuti a Roma per spezzare il viaggio, in ogni caso sarebbe stato lungo”. Infine sul futuro: “Ho un anno di contratto ma conta poco, ora penso alla promozione".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche