Palermo, Zamparini: "Finale playoff come la roulette, servirà anche fortuna"

Serie B

Il patron rosanero dopo la vittoria col Venezia: "Era difficile battere questa squadra, vittoria importantissima. La finale è come una roulette, sarà decisa da episodi. Non sarà importante giocare bene, ma vincere la partita"

IL RACCONTO E LE IMMAGINI DI PALERMO-VENEZIA

Il primo passo è stato fatto. Ora, per il Palermo, 180 minuti per giocarsi la Serie A. I rosanero hanno eliminato il Venezia nella semifinale playoff, vincendo per 1-0 la gara di ritorno dopo l'1-1 dell'andata. Ora ci sarà la finalissima contro il Frosinone, un'altra delusa della regular season. Queste le parole di Maurizio Zamparini: "Era una partita difficilissima, perchè il Venezia in questo momento era la semifinalista più complicata da affrontare per il tipo di gioco che pratica e per l'ottimo lavoro svolto da Filippo Inzaghi – ha dichiarato il patron al sito ufficiale dei rosanero – E' quindi una vittoria importantissima, un risultato molto importante. Bravo Stellone, era questa l'unica maniera per affrontare il Venezia. I ragazzi sono stati tutti molto bravi e attenti e anche la dea fortuna ci ha aiutato. Tifosi? E' stato bello rivedere la città di Palermo vicina alla squadra, speriamo che l'anno prossimo sia questa la misura per fare un nuovo stagione. Non certamente con me, ma con nuovi investitori".

"Finale come una roulette, ci vuole fortuna"

Frosinone e Palermo si sono giocati con il Parma la promozione diretta. I rosanero hanno mollato a qualche giornata dalla fine, pur perdendo aritmeticamente il secondo posto soltanto all'ultimo turno. Mentre il Frosinone ha perso nel finale dell'ultima giornata contro il Foggia una promozione che sembrava ormai conquistata, lasciando il secondo posto al Parma. Ora una finalissima con un posto in Serie A in palio: "Bisogna essere assistiti dalla fortuna, queste finali sono un po' come una roulette – prosegue Zamparini – Non è facile, la partita sarà determinata da alcuni episodi. Ho visto Stellone vicino alla squadra, non bisogna pensare di giocare bene e fare chissà che cosa ma essere determinati per ottenere il risultato".

I più letti