Vecchi si presenta: "Venezia, che chance! Squadra competitiva"

Serie B
Stefano Vecchi, nuovo allenatore del Venezia
vecchi_primavera_inter

Il nuovo allenatore del Venezia si presenta, prenderà il posto di Pippo Inzaghi: "Prima di venire qui ho salutato Moratti, mi ha ricordato di quando prestò Recoba al Venezia. Questa è un'occasione fantastica per me"

Prendere il posto di Pippo Inzaghi non sarà facile. Dalla Lega Pro ai playoff di B in soli due anni, un'impresa difficile da eguagliare. Ma Stefano Vecchi è uno che sa come si fa, uno che ha vinto tanto coi suoi giovani: una leggenda con l'Inter, per lui anche qualche presenza in panchina in Serie A coi nerazzurri. Ora la grande occasione per dimostrare le sue qualità: "Per me è una grande chance, l'organico è competitivo e non vedo l'ora di iniziare". 

"Con Tacopina si può andare lontano"

Così Vecchi durante la sua presentazione: "Ringrazio l’Inter per avermi permesso di essere qui e il presidente Tacopina per avermi scelto. Quando le premesse sono fantastiche è sempre bello iniziare, sono felice di essere qui. Quattro anni all’Inter sono stati fondamentali per la crescita di un allenatore, ho avuto anche la possibilità di guidare la prima squadra per un breve periodo". Un enfant prodige: "Avevo bruciato le tappe vincendo campionati di Promozione e di livello dilettantistico, Carpi è stato un incidente di percorso, pur con la squadra ai confini della zona playoff. Ho salutato ieri Massimo Moratti, mi ha ricordato i tempi i cui prestò al Venezia Recoba e l’Inter perse 3-0. Non so quando sarà, ma prima o poi ripeteremo quell’impresa, ci conto, con l’entusiasmo di Tacopina si può andare lontano". 

"L'organico è competitivo"

E ancora: "I risultati di Inzaghi sono sotto gli occhi di tutti e gli vorrei fare i miei più sinceri complimenti per quello che ha fatto. Ora è a Bologna e gli faccio in bocca al lupo. Ora dobbiamo migliorarci, la differenza la faranno i dettagli ovviamente. Magari qualcuno arriverà, altri che hanno mercato partiranno". E dall'Inter arriverà qualcuno: "Ci sono molti giocatori sotto contratto, potrebbe essere, ma abbiamo pochi spazi in questo momento e magari non nei ruoli che cerchiamo. La società è stata chiara su quei 2-3 giocatori che hanno mercato, verrà valutato se tenerli o cederli. Ho accettato questa prospettiva sin dall’inizio". Capitolo modulo: "Abbiamo fatto il 4-3-3 all’Inter, valuteremo strada facendo”. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.