Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
02 febbraio 2019

Manuel Scavone, bollettino medico: condizioni stabili e TAC negativa. News e aggiornamenti

print-icon

Il responsabile sanitario giallorosso conferma i miglioramenti del centrocampista: "Trascorsa la nottata di paura, presto potrebbe essere dimesso". Il calciatore ha ricevuto in Ospedale la visita di Beretta dell'Ascoli. L'ultimo bollettino medico: "Condizioni stabili, la TAC di controllo ha dato esito negativo"

SCAVONE, SALVO GRAZIE A CICIRETTI E MANCOSU

PAURA AL VIA DEL MARE: TUTTE LE FOTO

La grande paura sembra ormai essere definitivamente superata. Dopo il trauma cranico con relativa perdita di conoscenza a seguito di uno scontro di gioco fortuito con Beretta durante i primi secondi di gioco di Lecce-Ascoli, Manuel Scavone adesso sta meglio e presto potrebbe essere dimesso dall'opedale. Dopo l'esito negativo delle TAC alle quali il calciatore è stato sottoposto e il primo comunicato dei medici che lo dichiarava fuori pericolo, il centrocampista classe 1987 ha trascorso la nottata in una saletta riservata del reparto di rianimazione del nosocomio leccese "Vito Fazzi" e le sue condizioni sono in netto miglioramento. A confermalo arrivano anche le parole del dottore Palaia, responsabile del settore sanitario del Lecce: "Sabato mattina l'ho sentito al telefono e abbiamo scherzato. Sono stato rassicurato anche dal dottore Pulito, primario del reparto di rianimazione. Manuel non ha avuto bisogno di supporto rianimatorio e potrebbe lasciare nelle prossime ore l'Ospedale", le sue parole. Il medico del Lecce poi aggiunge: "Il Parma, che ha avuto sino a pochi mesi fa Scavone, si è tenuto in costante contatto con me. La nottata di paura è stata superata anche grazie alla perfetta efficienza della catena di rianimazione, che da anni il Lecce ha creato allo stadio Via del Mare".

L'ultimo bollettino

"Le condizioni di Manuel Scavone sono stabili". E' quanto dice l'ultimo bollettino medico diramato dalla direzione sanitaria dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove il calciatore è ricoverato. Anche la TAC di controllo a cui il centrocampista giallorosso è stato sottoposto ha dato esito negativo. Il calciatore èvigile e collaborante, in respiro spontaneo con emodinamica stabile, resta in osservazione nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Vito Fazzi di Lecce".

I tempi di recupero di Scavone

Il dottore Palaia spiega nel dettaglio il problema avuto da Scavone e parla poi dei tempi di recupero del ragazzo: "Ha avuto un'iposistolia, cioè una diminuzione frequenza cardiaca, e una monentanea sofferenza ipossica a livello cerebrale. I tempi di recupero saranno certamente graduali, potrebbero essere pochi giorni come un po' di più, bisogna vedere come risponderà Scavone nei prossimi giorni", ha concluso il responsabile sanitario del Lecce.

Beretta fa visita a Scavone in Ospedale

Scavone che sabato mattina ha ricevuto la visita di Giacomo Beretta, attaccante dell'Ascoli con cui si è scontrato in maniera fortuita in campo e con cui è stato compagno di squadra alla Pro Vercelli. "Manuel Scavone, ricoverato da ieri sera all'Ospedale Vito Fazzi di Lecce, ha ricevuto questa mattina una gradita visita. Come noto il centrocampista giallorosso, a seguito di un contrasto fortuito di gioco con l'attaccante dell'Ascoli Giacomo Beretta, ha perso conoscenza e conseguentemente il match è stato interrotto. Questa mattina proprio Giacomo Beretta, accompagnato dal Club Manager della società marchigiana Francesco Lillo e alla presenza del direttore generale giallorosso Giuseppe Mercadante, hanno fatto visita a Manuel per salutarlo e sincerarsi delle sue condizioni", si legge nella nota ufficiale riportata dal Lecce sul proprio sito web.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi