Parma, D’Aversa: "Questo è un punto di partenza"

Serie C - Lega Pro
d_aversa_parmacalcio1913

Così l’allenatore gialloblù dopo la vittoria sul Piacenza: "Il nostro morale aumenta e le giocate sono più spensierate come nel secondo tempo, possiamo migliorare; già in passato ci è successo di adagiarci dopo grandi prestazioni, abbiamo perso il campionato con le piccole"

Una bella prestazione e una vittoria rotonda che permette al Parma di eliminare i Piacenza dalla corsa playoff e di raggiungere le Final Eight. Ora l’appuntamento - fissato per mercoledì prossimo in casa alle 20:30 per gara uno - sarà contro la Lucchese. I gialloblù continuano così a inseguire la promozione in Serie B e dopo il 2-0 ai biancorossi l’allenatore degli emiliani Roberto D’Aversa ha commentato così la serata positiva in conferenza stampa: "Credo che i complimenti ai ragazzi bisognava farli anche in altre partite, il Piacenza è una squadra molto organizzata e fa giocare male le sue avversarie. Noi siamo scesi in campo molto determinati non concedendo niente e siamo stati bravi a sfruttare alcune delle numerose occasioni create. La squadra ha giocato in maniera molto umile".

I complimenti alla squadra

E ancora: "Anche a Piacenza abbiamo fatto un'ottima gara, non concedendo tanto al loro gioco che si fonda molto sulle palle alte per Romero. La mia fortuna è quella di disporre di giocatori che mi danno ampie scelte. Gli avversari si sono schierati col 4-3-3 ma noi siamo abituati perché in allenamento proviamo ad adattarci ai vari cambi di modulo. E' chiaro che in partita le cose sono diverse, ma si cerca di prendere delle contromisure e cercavamo di lavorare sulle seconde palle. La squadra si è adattata bene".

Sui gol di Nocciolini e Baraye

"Mi spiace per Edera perché in un contropiede Calaiò non lo ha visto, ma sono contento del ritorno al gol di Nocciolini e Baraye. Sono ancora più contento di non aver preso gol per la quarta partita di fila. Bisogna pensare positivo e i giocatori devono pensare che sono quelli di stasera ed il precedente è stato solo un periodo di appannamento. Il nostro morale aumenta e le giocate sono più spensierate come nel secondo tempo, ma questo deve essere solo un punto di partenza per migliorare; già in passato ci è successo di adagiarci dopo grandi prestazioni. Mi spiace solo che non posso far giocare tutti".

"Prossimo avversario? Indifferente"

Infine, una proiezione sul futuro: "Credo che la mia squadra possa giocare ancora meglio in Serie B perché può sfruttare meglio le proprie caratteristiche visto che ci sono squadre che affrontano le partite più aperte. Non abbiamo preferenze sul sorteggio, dobbiamo pensare a noi stessi perché nessuna partita è semplice. Se affrontiamo le gare con questa passione i nostri valori possono emergere. Può succedere di tutto improvvisamente e noi abbiamo perso il campionato con le più piccole".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.